ZEBRE VS BATH RUGBY: UNA PRIMA DI PRESTIGIO CONTRO GLI INGLESI PER CONTINUARE A SOGNARE IN CHALLENGE CUP!

Parma, 29 marzo 2021 – Dopo aver centrato una storica qualificazione alle fasi finali di Challenge Cup, le Zebre Rugby vogliono continuare a stupire!

L’occasione per il XV di coach Bradley si presenterà venerdì 2 aprile quando lo Stadio Lanfranchi di Parma sarà teatro della gara valevole per gli ottavi di finale di coppa.

La sfida – in programma alle ore 16:00 con diretta televisiva su Sky Sport e in streaming sulla piattaforma Now TV – vedrà gli atleti della franchigia federale affrontare gli Inglesi del Bath Rugby, avversari mai incontrati finora nella storia della formazione italiana nata nel 2012.

Un incontro di assoluto rilievo, dunque, con entrambe le squadre che recupereranno per l’occasione i rispettivi atleti della nazionale italiana e inglese reduci dalla conclusione del Sei Nazioni 2021.

In totale, sono 15 le Zebre Azzurre convocate dal ct della Nazione Franco Smith per la prestigiosa kermesse europea, a fronte dei sei giocatori del club neroazzurri scelti dal ct della Rosa Eddie Jones.

Clicca e scopri le Zebre convocate al raduno della Nazionale Italiana per l’epilogo del Sei Nazioni 2021

I GIOCATORI INTERNAZIONALI DEL BATH RUGBY:

La rosa allargata della Nazionale inglese scelta per competere nel Sei Nazioni 2021 era composta complessivamente da 38 atleti: 28 giocatori più 10 invitati. Nel gruppo erano presenti sei elementi del Bath Rugby:

  • Anthony Watson (51 caps + 3 con i British and Irish Lions) – ala
  • Jonathan Joseph (54 caps) – centro
  • Charlie Ewels (21 caps) – seconda linea
  • Beno Obano (1 cap) – pilone sinistro
  • Will Stuart (12 caps) – pilone destro
  • Tom Dunn (3 caps) – tallonatore

Compongono la rosa 2020/21 del club fondato nel 1865 anche i Nazionali inglesi Sam Underhill, Joe Cokanasiga, Zach Mercer, Semesea Rokoduguni e Henry Thomas, gli scozzesi Jamie Bhatti e Cameron Redpath, i gallesi Taulupe Faletau e Rhys Priestland e il fijano Josh Matavesi.

IL PERCORSO STAGIONALE DI ZEBRE E BATH RUGBY:

Le Zebre hanno collezionato cinque vittorie e un pareggio nel corso della stagione 2020/21.

Quattro i successi in GuinnessPRO14 dei multicolor che venerdì 19 marzo hanno chiuso la stagione regolare del torneo a Belfast contro i vicecampioni dell’Ulster e che sabato 24 aprile apriranno il loro cammino a Edimburgo nella Guinness PRO14 Rainbow Cup.

Clicca e scopri la classifica del Girone A di Guinness PRO14

Il XV di coach Bradley è invece imbattuto in quest’edizione di Challenge Cup: il pareggio in casa con Bayonne e il trionfo in Francia contro Brive hanno infatti fruttato 6 punti nella classifica del girone unico di coppa che hanno permesso alla franchigia federale di qualificarsi ai playoff come quinta testa di serie.

Clicca e scopri la classifica del girone unico di Challenge Cup

zebre rugby bath challenge cup

Dopo 15 partite giocate e 7 vittorie, il Bath Rugby occupa attualmente il settimo posto nel massimo campionato inglese a quota 36 punti. Novità di quest’anno è la decisione della federazione inglese di non far retrocedere l’ultima classificata al Championship, la seconda divisione inglese. Gli Inglesi della contea di Somerset possono dunque affrontare la parte conclusiva del loro campionato con la serenità e la consapevolezza di avere un posto assicurato nell’Aviva Premiership anche per la prossima stagione.

Clicca e scopri la classifica dell’Aviva Premiership

Ewels e compagni hanno iniziato la loro stagione 2020/21 in Champions Cup, trovando spazio nel Girone A della massima coppa europea. La sconfitta interna con gli Scarlets e quella a tavolino con La Rochelle hanno però estromesso la formazione inglese dalle fasi finali del torneo. Lo scorso 9 marzo i neroazzurri sono dunque finiti alle urne per la determinazione degli ottavi di finale di Challenge Cup dove sono stati appunto sorteggiati insieme ai multicolor.

La squadra vincente tra Zebre e Bath Rugby disputerà la partita dei quarti di finale nel proprio stadio. In caso di trionfo, Sisi e compagni giocherebbero dunque nuovamente al Lanfranchi, affrontando nel secondo fine settimana di aprile la vincente della sfida tra gli inglesi London Irish e i gallesi Cardiff Blues.

L’EX DI TURNO:

Ed è proprio capitan David Sisi il grande ex di turno della sfida con il Bath Rugby. Il 28enne italo-inglese è stato infatti ingaggiato dal club sei volte vincitore della Premiership all’inizio della stagione 2013/14 dopo essersi laureato campione del Mondo con l’Inghilterra U20 ed aver sollevato il trofeo Sei Nazioni U20 nel 2012 e nel 2013 sempre con i Britannici.

Anche a causa di qualche infortunio di troppo, il seconda/terza linea delle Zebre e della Nazionale è stato però ceduto in prestito allo Yorkshire Carnegie e successivamente ai London Scottish prima di trasferirsi nel 2017 a Parma ed entrare in pianta stabile nella rosa multicolor.

LA STORIA DEL BATH RUGBY:

Il Bath Rugby è stato fondato nel 1865 ed è uno dei più antichi club ancora in attività.

Durante tutto il XIX secolo la squadra ha conosciuto varie sedi passando da quella originaria di North Parade, a Claverton Down, Lambridge Meadows, Taylor’s Field, Henrietta Park, fino a trovare un appezzamento di terreno a Pulteney Meadow, l’area dove sorge l’attuale struttura domestica del Recreation Ground, impianto di circa 12 mila posti a sedere.

Il primo trofeo sollevato dai neroazzurri fu una coppa anglo-gallese, vinta nel 1984. E’ questo il periodo d’oro del Bath Rugby che inanellerà fino al 1996 altre nove coppe anglo-gallesi e tutti e sei i titoli del massimo campionato inglese di cui i Britannici possono fregiarsi sin qui.

Con l’inizio dell’era professionistica nel rugby, il Bath Rugby ha patito la concorrenza delle altre formazioni inglesi e europee, sollevando comunque una Heineken Cup nel 1998 ed un Challege Cup esattamente dieci anni dopo, nel 2008. Fu quello l’ultimo trofeo vinto in ordine di tempo dai prossimi avversari delle Zebre in Challenge Cup.

Nessun commento finora.

Inserisci un commento

Puoi usare questi tags <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto i termini e le condizioni sulla privacy*.
Accetti la memorizzazione dei tuoi dati?
Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.

Top

Privacy Preference Center

STATISTICHE

_ga,_gid,_gat

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagisc ono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

GDPR

gdpr[allowed_cookies],gdpr[consent_types]

GDPR Utilizziamo questi cookie per abilitare o disabilitare la posssibilità di essere profilati dai cookie stessi, questi cookie fanno parte del plugin studiato appositamente per rispettare la normativa vigente GDPR dal 25/05/2018

MARKETING

NID,r/collect

Set di Cookie per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.