ZEBRE E CASA DI CURA CITTÀ DI PARMA PROTAGONISTE AL CLINIC MEDICO SULL’INFORTUNIO ALLA SPALLA

Parma, 25 febbraio 2020 – Decine di medici e fisioterapisti a confronto in materia di infortunio alla spalla. Giovedì 20 febbraio la sala conferenze della Cittadella del Rugby di Parma ha aperto le sue porte al clinic medico organizzato dalle Zebre in collaborazione con la Casa di Cura Città di Parma, IBSA Italia, Bauerfeind e Meber partner sanitari della formazione italiana che partecipa ai due tornei internazionali Guinness PRO14 e Challenge Cup.

L’incontro, moderato dalla giornalista Federica Panicieri, ha avuto tra i suoi relatori il direttore commerciale di IBSA Italia  Giuseppe Celiberti, il general manager di Bauerfeind Carlo Sabato -entrambe aziende partner delle Zebre-, il dottor Carlo Felice De Biase, ex nazionale di Rugby e Medico Specialista in Ortopedia, Traumatologia  e Chirurgia della spalla della Casa di cura Città di Parma e quattro rappresentati della franchigia federale, tre dei quali membri dello staff medico e fisioterapico delle Zebre.

Oltre alle testimonianze di tre esperti nel settore quali il responsabile medico Rocco Ferrari, il medico di campo Paolo Ferrari e il responsabile della fisioterapia Matteo Cavalca, il confronto in aula è stato impreziosito dall’intervento del terza linea Renato Giammarioli.

Il 4 volte Azzurro, già operatosi in due circostanze alla spalla, ha infatti messo in luce le difficoltà di un atleta nello stare lontano dal campo per un lungo periodo di tempo, oltre che l’impegno necessario per un’efficace terapia riabilitativa.

Negli ultimi anni gli impatti nel rugby si sono fatti sempre più frequenti e ingenti. Nonostante la prestanza fisica dei giocatori sia notevolmente aumentata, la traumatologia nello sport ovale è cresciuta di pari passo.

A tal proposito, Paolo Ferrari ha mostrato con l’ausilio di filmati e immagini come si interviene in campo in caso di trauma alla spalla, evidenziando che «è fondamentale il primo soccorso dello staff medico ed è necessario seguire procedure ben precise mantenendo sempre un’estrema calma nel prestare i soccorsi».

Mai sottovalutare l’importanza della formazione continua dello staff medico delle società sportive! Lo ha ricordato Rocco Ferrari, prima di cedere la parola a Carlo Felice De Biase, specialista in Ortopedia e traumatologia, Chirurgia della spalla della Casa di cura Città di Parma.

«L’intervento chirurgico può essere effettuato in artroscopia o a cielo aperto – spiega De Biase –. L’artroscopia è una tecnica mininvasiva che trova spazio nei pazienti giovani che non hanno avuto precedenti lussazioni. In soggetti che presentano facili lussazioni e che praticano sport di contatto come il rugby è invece maggiormente indicata la tecnica tradizionale».

Matteo Cavalca si è quindi soffermato sugli aspetti riabilitativi post-intervento, sottolineando il ruolo che una buona riabilitazione ricopre per un recupero ottimale e utile anche al fine di prevenire il più possibile infortuni futuri. Il fisioterapista delle Zebre ha inoltre mostrato come dopo l’intervento sia necessario l’uso di un tutore e come poi la mobilizzazione della spalla avvenga con passaggi ben precisi che richiedono un periodo di almeno 3 mesi.

A margine dell’incontro, sé infine discusso con gli altri specialisti del settore presenti in sala di terapie mediche che vedono l’impiego di acido ialuronico per lesioni che non richiedo trattamenti chirurgici e dell’importanza di presidi quali tutori e fasciature nel post trauma.

Nessun commento finora.

Leave a Reply

Puoi usare questi tags <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto i termini e le condizioni sulla privacy*.
Accetti la memorizzazione dei tuoi dati?
Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.

Top

Privacy Preference Center

STATISTICHE

_ga,_gid,_gat

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagisc ono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

GDPR

gdpr[allowed_cookies],gdpr[consent_types]

GDPR Utilizziamo questi cookie per abilitare o disabilitare la posssibilità di essere profilati dai cookie stessi, questi cookie fanno parte del plugin studiato appositamente per rispettare la normativa vigente GDPR dal 25/05/2018

MARKETING

NID,r/collect

Set di Cookie per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.