ZEBRE BATTUTE AL LIBERTY STADIUM DI SWANSEA DAGLI OSPREYS

Swansea (Galles), Liberty Stadium – 30 Novembre 2018

Guinness PRO14 2018/19, Round 10

Ospreys Rugby Vs Zebre Rugby Club 43-0 (p.t. 15-0)

Marcatori: 24′ meta tecnica; 33′ Luke Morgan (7-0); 37′ cp Sam Davies (15-0); 55′ Luke Morgan tr Sam Davies (22-0); 69′ Luke Morgan tr Sam Davies (29-0); 78′ Scott Otten tr James Hook (36-0); 83′ Olly Crackell tr James Hook (43-0)

Ospreys Rugby: Dan Evans, George North (73′ Habberfield), Scott Williams (62′ Allen), Owen Watkin, Luke Morgan, Sam Davies (76′ Hook), Aled Davies, Justin Tipuric (Cap), Sam Cross (King), Olly Cracknell, Alun Wyn Jones, Adam Beard (63′ Ashley), Tom Botha (53′ Jeffries), Scott Baldwin (63′ Otten), Nicky Smith (67′ Thomas) All. Clarke

Zebre Rugby Club: Edoardo Padovani, Paula Balekana (44′ Luus), Giulio Bisegni, Tommaso Boni, Jamie Elliott, Francois Brummer (71′ Azzolini), Guglielmo Palazzani (19′ Renton; 29′ Palazzani; 59′ Renton), Giovanni Licata, Johan Meyer, Maxime Mbandà (59′ Bianchi), George Biagi (cap) (53′ Tauyavuna), David Sisi (41′ Ortis), Eduardo Bello (50′ Zilocchi), Massimo Ceciliani (50′ Balekana),Cruze Ah-Nau (50′ Rimpelli)  All. Bradley

Arbitro: Cwengile Jadezweni (South African Rugby Union)

Assistenti: Quinton Immelman (South African Rugby Union) ed Elgan Williams (Welsh Rugby Union)

TMO: Ian Davies (Welsh Rugby Union)

Calciatori: Sam Davies (Ospreys Rugby) 3/4, James Hook (Ospreys Rugby) 2/2, Francois Brummer (Zebre Rugby Club) 0/1

Cartellini: 40′ Ceciliani (Zebre Rugby Club); 80′ Boni (Zebre Rugby Club)

Man of the match: Luke Morgan (Ospreys Rugby)

Punti in classifica: Ospreys Rugby 5, Zebre Rugby Club 0

Note: Cielo nuvoloso con pioggia battente dal 20′ s.t.. Temperatura 8°. Terreno in buone condizioni. Spettatori 5988

Commento: Le Zebre sono tornate in campo questa sera nel Guinness PRO14 dopo la sconfitta di domenica scorsa contro il Munster. I bianconeri tornano a sfidare gli Ospreys, dopo che nella partita di andata di Settembre i gallesi vinsero e violarono l’imbattibilità stagionale del Lanfranchi. Quella di stasera è stata la terza trasferta stagionale in Galles dopo le sfide contro i Dragons a Newport e i Blues a Cardiff.
Nell’ultima giornata del Guinness PRO14 gli Ospreys sono usciti sconfitti, travolti dal Leinster a Dublino per 52-7, scendendo al quarto posto nel girone A. Nel primo tempo parto subito forte Ospreys che provano a schiacciare in difesa le zebre. Ritmi comunque molto bassi, con le Zebre che inizialmente tengono bene e difendono. Molti errori alla mano per entrambe le squadre, e gioco spezzettato nel primo quarto di gara. Il dominio dei gallesi in mischia è tuttavia evidente, e dopo 3 vantaggi arriva la meta tecnica e il vantaggio per 0 a 7. Soffrono molto i bianconeri, i gallesi provano ad approfittarne con numerose maul  che costringono le zebre al fallo. Sul finire di tempo arriva la meta di Morgan e l’ingenuità di Ceciliani che gli costa un cartellino giallo. Nel secondo tempo provano immediatamente ad alzare il ritmo gli Ospreys che vogliono chiudere subito la partita approfittando della superiorità numerica, ma una buonissima difesa in 14 delle Zebre resiste strenuamente per diversi minuti. Il dominio territoriale e di possesso dei gallesi è nettissimo, e le mischie e le touche delle Zebre non riescono a reggere l’avanzata degli avversari. Le 12 punizioni concesse dai bianconeri contro le solo 4 degli avversari in questa fase della partita fanno la differenza, con Tipuric e compagni che ne approfittano andando ancora in meta alla bandierina con l’ala Luke Morgan, dopo un’altra azione multifase a ridosso della linea di meta bianconera. Nell’ultimo quarto di gara, complice anche delle gravi disattenzioni difensive, prendono il largo gli Ospreys che dilagano nel finale.

Cronaca: Dopo appena 30 secondi primo fallo per i bianconeri per un placcaggio alto: Brummer va per i pali ma il calcio da 40 metri é largo. al 7′ possesso per le Zebre che ripartono da una touche di Ceciliani nei 22 italiani: l’attacco gallese trova il fallo fischiato a Biagi sulla metà campo. Sam Davies decide per la rimessa nei 22. all’ 11′ le Zebre guadagnano 30 metri alla mano prima del 2° fallo gallese ancora per un placcaggio al collo di North su Bisegni. Ceciliani può lanciare sui 22. Mbandà cattura l’ovale che però é perso in avanti dalla maul. Al 16’ Palazzani sbaglia il calcio di liberazione che finisce fuori regalando un ingaggio ai gallesi. L’azione offensiva degli Ospreys é molto pericolosa: si salvano i bianconeri con Morgan che non controlla l’ovale lanciato al largo sinistro. Al 22’ Ospreys ancora molto pericolosi con un break creato dopo un avanzamento del pack. North é fermato ai 5 metri con Padovani che intercetta un passaggio. Si torna su un fuorigioco di Biagi con Tipuric che chiede mischia chiusa ai 5 metri: raccogli e vai gallesi fermati dalla difesa italiana, si torna su un altro fallo sull’ingaggio fischiato ad Ah-Nau. Altra mischia chiusa centrale che vede il pack di casa avanzare. Il fischietto sudafricano concede subito la meta tecnica. Dopo uno scambio di pedate al 26’ tra i 2 trangoli allargati si riparte con la touche italiana sui 40 metri.Le Zebre attaccano in 14 e ricevono un fallo per un fuorigioco di A.W.Jones. Sisi lascia il campo per Ortis dopo che Renton ha sostituito Palazzani. La rimessa in attacco è persa e attaccano gli Ospreys che ricevono un fallo per un placcaggio non chiuso. Arriva la rimessa per i padroni di casa prima del rientro di Palazzani per Renton. Tiene la linea di difesa di coach Bradley che concede il fallo con Ortis. Al 32’ touche ai 10 m per gli Ospreys che avanzano con la maul. L’ovale é sventagliato velocemente sull’altra ala dove Morgan nell 1 vs 1 con Balekana riesce a schiacciare l’ovale in meta alla bandierina. Sam Davies non trasforma. Al 35’ é ancora l’indisciplina a dare territorio ai gallesi che trovano il fallo in ruck. Sam Davies va per i pali e questa volta li centra allungando per gli Ospreys. Faticano le Zebre a risalire: ricevono un fallo in ruck che giocano veloce perdendo poi il possesso sull’impatto. A tempo scaduto il 9° fallo italiano per fuorigioco costa il giallo a Ceciliani. La ripresa inizia con una presa aerea di Balekana che semina diversi avversari, fermato in recupero sulla metà campo prima del 10° fallo delle Zebre sul punto d’incontro. Avanzano gli Ospreys nei 22: dopo 21 fasi di stoica difesa il gioco é fermo per il TMO, che non convalida la meta. Al 49’ gli Ospreys vanno in meta con una bella azione avanzante fatta di precisi offload. La segnatura non é assegnata dal TMO per un passaggio in avanti di A.W.Jones sulla metà campo. L’ovale é recuperato dai gallesi con un turn-over di Tipuric che tiene alto Biagi. Al 57’ touche per gli Ospreys ai 10 m che dopo altre 20 fasi sotto i pali riescono a colpire con Morgan alla bandierina destra. Al 69’ gli Ospreys trovano la meta del bonus: Sam Davies libera al piede dall’ala destra verso quella opposta dove Morgan anticipa Balekana e brucia Padovani involandosi per schiacciare vicino ai pali per la tripletta personale. S.Davies trasforma. Al 77’ un placcaggio scorretto di Apisai concede un’altra rimessa ai 5 m agli Ospreys che vanno vicino a segnare: H. Morgan in area di meta non riesce a recuperare un pallone rimbalzante e si torna su un fallo precedente. Il pack gallese porta in meta Otten. 80’ James Hook trasforma da posizione difficile. A tempo scaduto le Zebre provano a trovare i primi punti della loro sfida col break di Bisegni. L’arbitro ferma il gioco e sanziona Boni per un placcaggio al collo precedente, il centro viene ammonito. A tempo ormai scaduto i gallesi decidono per la touche e trovano la quinta meta con Cracknell. La trasformazione di Hook chiude il match del Liberty Stadium con la vittoria con bonus dei gallesi sulle Zebre nel 10° turno PRO14.

Le Zebre si ritroveranno lunedì 3 Dicembre 2018 alla Cittadella del Rugby di Parma per preparare la prossima gara ufficiale. Sabato 8 Dicembre i bianconeri giocheranno in Russia a Sochi contro Enisei nel 3° turno della European Rugby Challenge Cup.

Nessun commento finora.

Leave a Reply

Puoi usare questi tags <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto i termini e le condizioni sulla privacy*.
Accetti la memorizzazione dei tuoi dati?

Top

Privacy Preference Center

STATISTICHE

_ga,_gid,_gat

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagisc ono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

GDPR

gdpr[allowed_cookies],gdpr[consent_types]

GDPR Utilizziamo questi cookie per abilitare o disabilitare la posssibilità di essere profilati dai cookie stessi, questi cookie fanno parte del plugin studiato appositamente per rispettare la normativa vigente GDPR dal 25/05/2018

MARKETING

NID,r/collect

Set di Cookie per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.