“NON VEDO L’ORA DI RIABBRACCIARE I TIFOSI ALLO STADIO, MA PER ADESSO RIMANIAMO A CASA E TUTTO ANDRÀ PER IL VERSO GIUSTO!”

IL N° 10 DELLE ZEBRE 2012-20 – CARLO CANNA

Parma, 30 marzo 2020 – Con Carlo Canna si consolida la mediana del XV ideale delle Zebre 2012-20. Scelto dai tifosi multicolor come regista della formazione che raccoglie i giocatori più rappresentativi delle otto stagioni celtiche del club di base a Parma, l’apertura beneventana andrà a comporre una coppia molto collaudata sul campo che vede il nocetano Marcello Violi come mediano di mischia.

Nato a Benevento il 25 agosto 1992, Canna ha esordito in Serie A con la maglia dei Gladiatori Sanniti, franchigia scioltasi nel 2012.

In quell’anno avvenne quindi il suo trasferimento alle Fiamme Oro Rugby, neopromosse nel massimo campionato italiano.

Figlio d’arte (il padre Gerardo aveva rappresentato l’Italia a livello giovanile), il n° 10 campano ha ben figurato col gruppo sportivo della Polizia di Stato, fino a guadagnarsi una convocazione in Azzurro sotto l’allora ct Jacques Brunel.

Il debutto avvenne il 22 agosto 2015 a Torino nel test match pre-Mondiale disputato contro la Scozia. Da allora, Canna ha collezionato 42 caps e messo a referto 147 punti con l’Italia, prendendo parte a due edizioni della Coppa del Mondo (2015 e 2019).

Memorabile la gara del suo esordio nel Sei Nazioni: il 6 febbraio 2016 a Parigi, Carlo aveva infatti sbloccato la partita con un drop all’8’ e firmato ad inizio secondo tempo il calcio di punizione e la meta del momentaneo sorpasso sulla Francia di Guy Noves.

A partire dalla stagione 2015/16, l’apertura beneventana è un punto fisso della cabina di regia delle Zebre, squadra che ha rappresentato in 90 incontri ufficiali e con cui ha siglato 554 punti nel corso delle sue cinque stagioni a Parma.

Ti aspettavi questo riconoscimento da parte dei tifosi? “Onestamente no perché ero in gara con Orquera e Haimona che sono stati dei grandi del rugby italiano. Luciano in particolare ha dato tanto alle Zebre ed è stato un punto di riferimento per me negli anni”.

Sei arrivato a Parma nel 2015 e sei vicino al traguardo delle 100 presenze con la maglia delle Zebre. In quale aspetto pensi di essere maggiormente cresciuto in questi quasi cinque anni? “Sono arrivato che ero un ragazzo che veniva dall’Eccellenza e aveva tanta voglia di confrontarsi con l’alto livello del Guinness PRO14. Ho trovato tutto fin da subito molto entusiasmante, il gioco viaggiava ad una velocità diversa! In questi anni penso di essere migliorato soprattutto a livello fisico e nella gestione del possesso; certo, commetto ancora adesso degli errori, ma penso sia una cosa su cui ho lavorato a lungo negli anni e su cui posso migliorare ancora di più!”

Hai un tuo modello di n° 10 cui ti rifai? “Ce ne sono diversi. Orquera come dicevo è stato un esempio a livello italiano, anche se abbiamo delle caratteristiche diverse sia fisiche che come modo di giocare; a livello internazionale dico invece l’apertura australiana Stephen Larkham in cui mi ci rivedo molto specie fisicamente. A volte guardo le sue partite per rivedere alcune sue giocate.”

Come ti piace interpretare il tuo ruolo? “Sono un giocatore a cui piacere avere la palla in mano: mi piace attaccare la linea e cercare il contatto”.

Hai ritrovato con una certa continuità la maglia della Nazionale lo scorso Sei Nazioni, trovando spazio come primo centro. Come è stato l’adattamento a questo ruolo per te inedito? “E’ stata una cosa abbastanza inedita, però col sistema di Franco Smith non ho avuto problemi ad inserirmi in quel ruolo. Certo, ci sono dinamiche diverse (ad esempio l’utilizzo del piede è limitato), ma come mi ha sempre detto Franco non dovevo pensarci, dovevo solamente entrare in campo e dare il massimo; e così ho fatto nelle prime tre giornate, anche se sono soddisfatto in parte delle mie performance perché posso ancora far meglio!”

La partita del cuore con l’Italia? “Sicuramente l’esordio a Torino nell’agosto del 2015 contro la Scozia; in quella partita aveva debuttato anche Marcellino [Violi – ndr], con cui mi trovo molto in sintonia in campo. Giochiamo ancora insieme alle Zebre e spero di poter far coppia con lui ancora per molti anni”.

E quella con le Zebre invece? “Direi la vittoria contro Edimburgo lo scorso anno a Parma. Loro venivano da una serie di vittorie, ma siamo riusciti a imporci di fronte al nostro pubblico e io ho anche segnato una meta”.

Un bilancio sulla stagione delle Zebre sin qui? “Potevamo fare sicuramente meglio: abbiamo perso alcune partite dove forse alcuni nostri errori ci sono costati caro; non abbiamo certo raccolto quello che volevamo però c’è tanto da lavorare. Di positivo c’è il fatto che il gruppo il prossimo anno cambierà poco, per cui il nostro obbiettivo è sicuramente consolidare il nostro gioco”.

Un consiglio ai tanti fan che ti seguono anche in questo particolare periodo di isolamento sociale? “Il consiglio più importante adesso è di rimanere a casa, non uscire o voler tornare alla normalità subito. Non è una situazione che passerà a breve, ma speriamo che nel giro di qualche settimana tutto migliorerà e andrà per il verso giusto. Non vedo l’ora di riabbracciare tutti i tifosi allo stadio e magri gioire insieme di una bella vittoria delle Zebre!”

Nessun commento finora.

Leave a Reply

Puoi usare questi tags <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto i termini e le condizioni sulla privacy*.
Accetti la memorizzazione dei tuoi dati?
Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.

Top

Privacy Preference Center

STATISTICHE

_ga,_gid,_gat

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagisc ono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

GDPR

gdpr[allowed_cookies],gdpr[consent_types]

GDPR Utilizziamo questi cookie per abilitare o disabilitare la posssibilità di essere profilati dai cookie stessi, questi cookie fanno parte del plugin studiato appositamente per rispettare la normativa vigente GDPR dal 25/05/2018

MARKETING

NID,r/collect

Set di Cookie per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.