MARCO MANFREDI È CONCENTRATO SULL’INIZIO DI STAGIONE: “SIAMO UN BEL GRUPPO, STIAMO LAVORANDO SODO E PENSO CHE POTREMMO OTTENERE BUONI RISULTATI”

MARCO MANFREDI È CONCENTRATO SULL’INIZIO DI STAGIONE: “SIAMO UN BEL GRUPPO, STIAMO LAVORANDO SODO  E PENSO CHE POTREMMO OTTENERE BUONI RISULTATI”

Parma, 5 settembre 2019 – Un lotto di quattro ex Azzurrini, precedentemente in forza al Rugby Calvisano, è entrato a far parte dello spogliatoio multicolor lo scorso giugno. Tra queste giovani promesse, fresche del titolo di campioni d’Italia col club giallonero, spicca un volto noto in casa Zebre. Si tratta di Marco Manfredi, permit player della franchigia federale nel corso della stagione passata e già esordito in Guinness PRO14 il 4 novembre 2018 nell’ottavo turno del torneo celtico disputato contro i Cardiff Blues.

Fu quella l’unica presenza del tallonatore italo-tedesco con la maglia delle Zebre, ancora a caccia invece della sua prima apparizione in EPCR Challenge Cup, la coppa europea al via il prossimo 16 novembre con la trasferta del XV di Michael Bradley in casa dei Bristol Bears.

Nato a Friburgo in Germania, Manfredi è cresciuto nelle file dello Jesolo Rugby, debuttando nella massima competizione italiana nel novembre 2015 col Rugby San Donà. Classe 1997, il giovane talento ha successivamente disputato le stagioni 2016/2017 e 2017/2018 nell’ “Espoirs”, il campionato francese dedicato agli Under 20, vestendo i colori del club transalpino del Montpellier. Rientrato in Italia, il tallonatore 21enne è quindi entrato a far parte del Rugby Calvisano, coronando la sua unica annata in giallonero con la vittoria del Peroni Top12 e del EPCR Continental Shield.

Dopo aver svolto tutta la trafila delle giovanili con la Nazionale Italiana, Manfredi ha infine indossato la maglia degli Azzurrini, partecipando nel 2016 al Sei Nazioni e al mondiale di categoria in scena in Inghilterra.

Sei nato a Friburgo, in Germania. A che età sei arrivato in Italia e quale è stata la tua esperienza giovanile? “Sono arrivato in Italia quando avevo due anni e ho provato a fare qualche sport, ma niente mi convinceva in particolare. Poi parlando con un amico che giocava a Rovigo ho provato il rugby e da lì non ho più smesso”.

Germania, Italia, ma anche Francia, avendo tu disputato le stagioni dal 2016 al 2018 col Montpellier nel campionato giovanile “Espoirs”. In cosa è diverso il rugby francese rispetto a quello italiano? “Ho sentito molta più fisicità nel rugby francese e mi parso che il lavoro là sia più incentrato sugli avanti che sui trequarti”.

Cosa ti piace fare quando non ti alleni? “Non ho nessun hobby in particolare, diciamo che la mia vita è focalizzata sul rugby”.

Sei tornato in piena forma dopo il piccolo stiramento muscolare di qualche settimana fa. Sono stati così intensi gli allenamenti di quest’estate con le Zebre? Che tipo di lavoro avete svolto? “Abbiamo fatto più che altro gioco di intensità con la palla, ma anche tanto lavoro aerobico e attività in palestra. Essendo ancora in una fase prestagionale bisogna essere pronti per questo campionato che sarà molto intenso e duro”.

La settimana prossima le Zebre affronteranno il Benetton nella prima amichevole stagionale. Con Bigi e Fabiani impegnati con gli Azzurri potresti ritagliarti un ruolo in campo fin da subito. Che sensazioni provi a riguardo? “Molta pressione tra virgolette perché devo dimostrare quanto valgo e che anche senza i Nazionali riusciamo a mettercela tutta”.

In Guinness PRO14 invece una presenza l’hai già guadagnata lo scorso novembre quando sei entrato a gara in corso contro i Cardiff Blues, nell’ottavo turno del torneo. Che ricordi hai di quella giornata? “E’ stata una bellissima esperienza, molto intensa che mi ha regalato molte emozioni”.

E adesso invece sei pronto a sfidare nuovamente le prime linee avversarie del torneo, questa volta da giocatore a tutti gli effetti delle Zebre. Cosa ti aspetti dall’imminente stagione di Guinness PRO14? “Sono molto positivo e fiducioso sulla squadra e sui compagni. E’ un bel gruppo, stiamo lavorando veramente sodo e penso che potremmo ottenere dei buoni risultati”.


Nome: Marco

Cognome: Manfredi

nato a: 18/09/1997

Il: Friburgo (GER)

Altezza: 183 cm

Peso: 104 kg

Ruolo: tallonatore

Honours: Italia U20, Italia U18, Italia U17

Caps: 0

Presenze in Guinness PRO14: 1

Presenze in EPCR Champions Cup: 0

Presenze in EPCR Challenge Cup: 0

Club precedenti: Rugby Calvisano, Montpellier Herault (FRA), Rugby San Donà, Jesolo Rugby

Nessun commento finora.

Leave a Reply

Puoi usare questi tags <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto i termini e le condizioni sulla privacy*.
Accetti la memorizzazione dei tuoi dati?

Top

Privacy Preference Center

STATISTICHE

_ga,_gid,_gat

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagisc ono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

GDPR

gdpr[allowed_cookies],gdpr[consent_types]

GDPR Utilizziamo questi cookie per abilitare o disabilitare la posssibilità di essere profilati dai cookie stessi, questi cookie fanno parte del plugin studiato appositamente per rispettare la normativa vigente GDPR dal 25/05/2018

MARKETING

NID,r/collect

Set di Cookie per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.