L’ITALIA LOTTA E CREA NEL PRIMO TEMPO, MA ESCE SCONFITTA DAL SUDAFRICA NEL 3° TURNO DEL MONDIALE

Parma, 4 ottobre 2019 – Si spengono allo Shizuoka Stadium le speranze dell’Italia di sfiorare l’impresa col Sudafrica. Gli Azzurri escono sconfitti 39 a 3 contro gli Springboks nel terzo turno della rassegna iridata, andando a punti col solo piazzato di Allan 9’.

Impostata come una dura battaglia nel pack dei primi otto uomini, la gara proseguirà dal 19’ in avanti senza contesa in mischia chiusa per l’uscita degli infortunati Ferrari e Riccioni. La decisione sembra andare a vantaggio dell’Italia che si rende autrice di un primo tempo disputato a testa alta, costruendo anche buoni fasi di gioco.

Nella ripresa è tutta un’altra musica e la partita della formazione di Conor O’Shea terminerà appena al 44’ dopo il cartellino rosso ai danni del pilone Andrea Lovotti, punito per un placcaggio pericoloso.

Nei minuti che restano il Sudafrica dilagherà nel punteggio, andando in area di meta in altre cinque occasioni, oltre alle due marcature già segnate nel primo tempo.

Di seguito il comunicato della Federazione Italiana Rugby

RWC 2019, A SHIZUOKA IL SUDAFRICA BATTE 49-3 L’ITALIA

Shizuoka (Giappone) – Nel terzo incontro del Girone B della Rugby World Cup il Sudafrica batte 49-3 l’Italia all’Ecopa Stadium di Shizuoka raggiungendo la squadra di O’Shea a quota 10 in classifica. Match combattuto fino all’episodio che ha cambiato la partita al 43’ con l’espulsione di Andrea Lovotti – in seguito ad un placcaggio pericoloso a gioco fermo – che ha costretto gli Azzurri a giocare tutto il secondo tempo in inferiorità numerica.

Dopo la prima sostituzione avvenuta solo al 2’ minuto per un infortunio occorso a Simone Ferrari, il Sudafrica riesce a sbloccare il match con la meta di Kolbe al 5’ che finalizza un’azione avvolgente nata sul versante opposto e conclusa sul lato destro d’attacco accanto alla bandierina che vale il 7-0 con la trasformazione di Pollard. L’Italia rialza la testa e con un calcio piazzato di Tommaso Allan da 30 metri accorcia le distanze al 9’ portandosi sul 7-3. Pochi istanti dopo da un errore difensivo nasce l’azione che porta ad un calcio piazzato per il XV di Erasmus che viene realizzato da Pollard per il 10-3 al 12’. Partita molto combattuta e fisica con gioco spezzettato con mischie no-contest ripetute che non concedono alle rispettive squadre di trovare continuità nella manovra offensiva. Al 27’ il Sudafrica da una touche nata sul lato destro d’attacco riesce a trovare lo spunto giusto per segnare la seconda meta del match con Mbonambi che finalizza una maul spostando il parziale sul 17-3 con la trasformazione di Pollard. Gli Azzurri nella parte finale del primo tempo trovano due touche a ridosso della linea di meta avversaria non riuscendo ad accorciare le distanze prima dell’intervallo.

L’Italia inizia con un atteggiamento propositivo il secondo tempo ma da una potenziale occasione con un varco trovato da Braam Steyn, che viene placcato a pochi metri dalla linea di meta, arriva il cartellino rosso rifilato ad Andrea Lovotti che commette una ingenuità placcando in modo pericoloso Vermeulen a gioco praticamente fermo con gli Azzurri che restano in inferiorità numerica per tutto il secondo tempo. Il Sudafrica, dopo una meta annullata dal TMO a du Toit, sfrutta gli spazi a disposizione realizzando un calcio piazzato con Pollard prima al 51’ e trovando con Kolbe la prima meta della ripresa con l’ala che raccoglie il calcio del proprio mediano di apertura sfruttando il varco sul lato destro d’attacco con il risultato che si sposta sul 25-3. Nella girandola di sostituzioni che coinvolge entrambe le squadre, da una fase confusa di gioco arriva la quarta meta del Sudafrica che con Am sfrutta una indecisione in fase di costruzione degli Azzurri intercettando l’ovale e involandosi in solitaria in meta con Pollard che trasforma per il 32-3 al 59’. Nel finale la squadra di Erasmus va in meta con Mapimpi – rientrato in campo dopo la sostituzione temporanea – che sfrutta la sua velocità eludendo il placcaggio di Campagnaro e, con la trasformazione di Pollard, sposta il risultato sul 39-3. Nel finale di partita tra il 76’ e l’81’ arrivano le ultime due mete della partita con Snyman che approfitta di un errore di Minozzi in fase offensiva e, successivamente, Marx finalizza una maul nata sul lato mancino d’attacco.

Prossimo impegno dell’Italrugby in calendario sabato 12 ottobre alle 13.45 locali (6.45 italiane) contro gli All Blacks Campioni del Mondo in carica al City Stadium di Toyota nel match valido per il quarto turno del Girone B alla Rugby World Cup 2019.

 

Shizuoka, Ecopa Stadium – venerdì 4 ottobre ore 18.45

Rugby World Cup, Gruppo B

Sudafrica v Italia 49-3 (17-3)

Marcatori: p.t. 5’ m. Kolbe tr. Pollard (7-0); 9’ c.p. Allan (7-3); 12’ c.p. Pollard (12-3); 27’ m. Mbonambi tr. Pollard (17-3); s.t. 51’ c.p. Pollard (20-3); 53’ m. Kolbe (25-3); 58’ m. Am tr. Pollard (32-3); 68’ m. Mapimpi tr. Pollard (39-3); 76’ m. Snyman (44-3); 81’ m. Marx (49-3)

Sudafrica: Le Roux; Kolbe, Am (69’ Steyn), De Allende, Mapimpi (42’-53’ Steyn); Pollard, De Klerk (60’ Jantjies); Vermeulen (60’ Louw), Du Toit, Kolisi (cap.); De Jager (64’ Mostert), Etzebeth (53’ Snyman); Malherbe (45’ Koch), Mbonambi (50’ Marx), Mtawarira (45’ Kitshoff)

All. Erasmus

Italia: Minozzi; Benvenuti (69’ Canna), Morisi (56’ Zani), Hayward, Campagnaro; Allan, Tebaldi (59’ Braley); Parisse (cap) (59’ Negri), Polledri, Steyn; Budd (45’ Ruzza), Sisi (45’ Zanni); Ferrari (2’ Riccioni) (18’ Quaglio), Bigi, Lovotti.

All. O’Shea

Arb. Barnes (RFU)

Cartellini: al 43’ rosso a Lovotti (Italia)

Calciatori: Pollard (Sudafrica) 6/9; Allan (Italia) 1/1

Note: Campo in buone condizioni. Presenti 44.148 spettatori.

Punti conquistati in classifica: Sudafrica 5; Italia 0

Man of the match: Kolbe (Sudafrica)

Nessun commento finora.

Leave a Reply

Puoi usare questi tags <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto i termini e le condizioni sulla privacy*.
Accetti la memorizzazione dei tuoi dati?

Top

Privacy Preference Center

STATISTICHE

_ga,_gid,_gat

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagisc ono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

GDPR

gdpr[allowed_cookies],gdpr[consent_types]

GDPR Utilizziamo questi cookie per abilitare o disabilitare la posssibilità di essere profilati dai cookie stessi, questi cookie fanno parte del plugin studiato appositamente per rispettare la normativa vigente GDPR dal 25/05/2018

MARKETING

NID,r/collect

Set di Cookie per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.