LE ZEBRE SEGNANO DUE METE A NEWPORT, MA LA SFIDA DEL RODNEY PARADE QUESTA VOLTA SORRIDE AI DRAGONS

Newport (Galles) – 9 ottobre 2020
Guinness PRO14 2020/21, Round 2

Dragons Rugby Vs Zebre Rugby Club 26-18 (p.t. 15-10)

Marcatori: 11’ Williams J. (5-0), 24’ Roberts (10-0); 30’ cp Canna (10-3), 35’ Dee (15-3), 40’ Mori tr Canna (15-10); s.t. 44’ cp Canna (15-13), 48’ Williams J. (20-13), 66’ cp Davies S. (23-13), 74’ cp Davies S. (26-13), 79’ Bisegni (26-18)

Dragons Rugby: Williams J., Holmes, Tompkins, Roberts, Hewitt, Davies S., Williams R. (Cap), Moriarty, Basham, Keddie (70’ Fry), Screech (70’ Maksymiw), Davies J., Brown (70’ Jarvis), Dee (60’ Hibbard), Harris (51’ Bateman); All. Ryan

Zebre Rugby Club: Trulla, Laloifi, Bisegni (Cap), Mori, Bellini, Canna (71’ Rizzi), Palazzani (40’ Casilio), Sisi (73’ Masselli), Meyer, Mbandà (54’ Kearney), Nagle, Krumov, Bello (51’ Zilocchi), Manfredi (56’ Ceciliani. 71’ Manfredi), Rimpelli (40’ Fischetti); All. Bradley

Arbitro: Chris Busby (Irish Rugby Football Union)
Assistenti: Adam Jones (Welsh Rugby Union) e Craig Evans (Welsh Rugby Union)
TMO: Sean Brickell (Welsh Rugby Union)

Calciatori: Sam Davies (Dragons Rugby) 2/6; Carlo Canna (Zebre Rugby Club) 3/3; Antonio Rizzi (Zebre Rugby Club) 0/1
Cartellini: 40’ cartellino giallo a Mattia Bellini (Zebre Rugby Club)
Player of the match: Jamie Roberts (Dragons Rugby)
Punti in classifica:
Dragons Rugby 5, Zebre Rugby Club 0

Note: Cielo parzialmente coperto. Temperatura 10°. Terreno in ottime condizioni. 100° cap con le Zebre per Giulio Bisegni che diventa il sesto centurione della franchigia federale dopo De Marchi, Palazzani, Chistolini, Fabiani e Biagi. Partita disputata in regime di porte chiuse al pubblico.

Cronaca: Dopo aver aperto la stagione 2020/21 ospitando in casa i Cardiff Blues, le Zebre sono volate a Newport, scendendo in campo contro i Dragons rivali del Girone A del torneo. Nel 2° turno del Guinness PRO14, le due squadre si sono ritrovate a distanza di circa undici mesi dal loro ultimo incontro, vinto proprio al Rodney Parade dal XV di coach Bradley. Questa volta però la trasferta in terra gallese non sorride a Bisegni e compagni che cedono 26-18 di fronte ai padroni di casa, in meta in quattro occasioni a fronte delle due marcature siglate dagli ospiti.

Fasi concitate in questo inizio partita con le Zebre ad impensierire la difesa Gallese già al 3’, su una bella azione nata da una mischia chiusa e da un successivo raccogli-e-vai di Mbandà. I Dragons intercettano l’ovale ed impostano un lungo multifase che si arresta però al 7’ sul tenuto-a-terra forzato dal n° 6 della Nazionale.

Chance dunque di impensierire i padroni di casa da una rimessa laterale, ma il lancio di Manfredi è storto ed è nulla di fatto.

Tempo tre minuti e questa volta è il XV di Dean Ryan a ripartire da una touche in zona rossa. Il lancio di Dee è buono, la carica di Roberts pure e in seconda fase il n° 15 Jordan Williams va a segno dopo aver superato il placcaggio di Trulla. Davies sbaglia però la trasformazione e lo score non decolla.

Le Zebre provano a reagire e si portano a ridosso dell’area di meta avversaria dopo una bella giocata nata da un lancio in touche. L’azione si spegne su un velo di Palazzani e i Dragons rifiatano al piede dopo essersi guadagnati un calcio di seconda in mischia chiusa.

Al 20’ i Gallesi si ripresentano sui 5 metri italiani grazie al calcio intelligente di Sam Davies che sorprende il triangolo arretrato multicolor. Il XV di coach Bradley questa volta si salva però, complice l’intervento di Rimpelli che sporca l’ovale.

La minaccia dei Dragons era però incombente e al 25’ i padroni di casa troveranno la via della meta. Dopo aver risalito il campo da una mischia chiusa nella loro metà campo, Jordan Williams sfiora la marcatura che verrà infine siglata sempre in seconda fase da Jamie Roberts. Davies è ancora impreciso dalla piazzola e si resta sul 10-0.

Ancora una volta, i giocatori della franchigia federale non si fanno intimorire dal parziale e vanno a strappare il 3° fallo del match dopo aver vinto una battaglia in mischia chiusa. Canna si appoggia in rimessa laterale e Mori suona la carica che porterà al 4° calcio di punizione, questa volta convertito dal n° 10 della Nazionale che firma i primi punti per i suoi colori.

Prima dello scadere del primo tempo i Dragons provano ad alzare la voce, trovando al 35’ la meta col drive avanzante condotto da Elliott Dee, ma pagando la disattenzione a tempo rosso. Le Zebre recuperano infatti l’ovale e dopo aver risalito il campo vanno a segno col giovane centro Federico Mori.

La prima frazione di gioco si chiude sul 15-10, con Bisegni e compagni che a inizio ripresa dovranno però fare a meno per dieci minuti di Mattia Bellini, autore del 7° fallo dei suoi.

Nonostante l’inferiorità numerica, il secondo tempo si apre col piazzato di Canna che accorcia nuovamente lo score sul 15-13. Forti dell’uomo in più, i Dragons non faticano però a trovare il corridoio vincente a largo. Jamie Roberts pesca infatti con un offload la corsa vincente di Jordan Williams che sigla la doppietta.

Non è proprio giornata per Sam Davies e le Zebre rimangono a distanza di break sul 20-13, con Bellini che intanto rientra in campo.

Prima del giro di boa della ripresa coach Bradley mette forze fresche in campo, rivoluzionando la prima linea e facendo entrare anche Casilio e Kearney per Palazzani e Mbandà. I cambi sorridono agli ospiti e l’inerzia del match scivolerebbe in mano ai multicolor che sciupano però due buone occasioni offensive su due in-avanti.

Crescono intanto i Dragons grazie al buon impatto sulla partita del neoentrato Hibbard. La pressione sui multicolor porterà al 10° fallo degli italiani, questa convertito da Sam Davies che allunga sul 23-13.

Si entra negli ultimi 10 minuti della gara con le Zebre ancora in sofferenza nelle fasi statiche sulla pressione gallese. Ne approfittano i Dragons che al 74’ incamerano altri due punti dalla piazzola.

Negli ultimi minuti del match i giocatori della franchigia federale si portano pericolosamente a ridosso della linea di meta avversaria, trovando anche la loro seconda meta con capitan Bisegni che attacca il corridoio vincente sull’assist del neoentrato Rizzi.

Il giovane regista si affretta a completare il tentativo dalla piazzola che sbaglia però e le Zebre mancano di un soffio il punto di bonus difensivo. Il 2° turno del torneo si conclude sul 26-18 per il XV di Dean Ryan.

Il prossimo fine settimana il Guinness PRO14 sarà fermo. Le Zebre si ritroveranno comunque lunedì 12 ottobre alla Cittadella del Rugby di Parma aprendo la settimana che li vedrà disputare due allenamenti congiunti con la Nazionale U20 nelle giornate di martedì e giovedì mattina. La prossima gara di Bisegni e compagni in campionato celtico è in programma venerdì 23 ottobre alla RDS Arena di Dublino contro i campioni in carica del Leinster. Il calcio di inizio è fissato alle ore 20:35 italiane.

One Response

Leave a Reply

Puoi usare questi tags <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto i termini e le condizioni sulla privacy*.
Accetti la memorizzazione dei tuoi dati?
Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.

Top

Privacy Preference Center

STATISTICHE

_ga,_gid,_gat

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagisc ono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

GDPR

gdpr[allowed_cookies],gdpr[consent_types]

GDPR Utilizziamo questi cookie per abilitare o disabilitare la posssibilità di essere profilati dai cookie stessi, questi cookie fanno parte del plugin studiato appositamente per rispettare la normativa vigente GDPR dal 25/05/2018

MARKETING

NID,r/collect

Set di Cookie per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.