LE ZEBRE CERCANO IL RISCATTO E SI PREPARANO AL 2° TURNO DI GUINNESS PRO14 CONTRO I DRAGONS

PROPRIO COME UN ANNO FA, LA RISCOSSA POTRÀ PARTIRE DA NEWPORT

Parma, 6 ottobre 2020 – Nonostante il 57 % del possesso ed il 50 % del territorio, le Zebre non sono mai riuscite a dettare il proprio gioco e ad imporsi sui Cardiff Blues, vincitori venerdì scorso del 1° turno del Guinness PRO14 per 16-6.

I troppi errori di gestione in rimessa laterale, sui punti di incontro ed in campo aperto sono costati caro agli atleti in maglia multicolor che questo lunedì si sono ritrovati alla Cittadella del Rugby di Parma, aprendo la settimana di allenamenti che si concluderà venerdì 9 ottobre al Rodney Parade di Newport per la giornata di campionato celtico.

Avversari di Bisegni e compagni saranno i Dragons, rivali del Girone A del torneo ed usciti sconfitti 35 a 5 nel match inaugurale della stagione in casa dei campioni in carica del Leinster.

Il calcio di inizio dell’incontro è in programma alle ore 21:15 italiane su Dazn. In alternativa, si potrà seguire la cronaca testuale del match sull’account Twitter delle Zebre con l’hashtag di giornata #DRAvZEB.

I NAZIONALI ED I GIOCATORI CHIAVE

Un’altra compagine gallese attende dunque i giocatori della franchigia federale. Proprio come il XV di coach Bradley, anche i Dragons potranno contare per l’occasione sui rispettivi atleti della Nazionale. Sono sedici in tutto quelli che compongono la rosa della squadra allenata dall’inglese Dean Ryan, undici dei quali scesi in campo quattro giorni fa alla RDS Arena.

Di questi hanno particolarmente brillato contro i Dubliners il tallonatore Elliot Dee (9 cariche, 27 metri guadagnati, 21 placcaggi fatti ed un turnover vinto) ed il n° 8 Ross Moriarty (12 cariche, 60 metri guadagnati, 3 placcaggi rotti, 1 offload, 22 placcaggi fatti e 2 turnover vinti). Occhi puntati anche sull’ala Ashton Hewitt, autore di 1 meta, 7 cariche, 80 metri guadagnati, 2 clean break, 6 placcaggi rotti e 9 placcaggi.

Le Zebre, di contro, annoverano la presenza di diciotto Azzurri nel loro organico, nonostante scontino al momento l’indisponibilità di diversi atleti infortunati, alcuni dei quali pienamente affermatisi con l’Italia come Bigi, Castello, Licata e Lovotti.

Dal punto di vista delle statistiche di gioco, contro i Cardiff Blues si sono messi in luce soprattutto Tommaso Boni (14 cariche, 112 metri guadagnati, 1 placcaggio rotto, 1 offload, 5 placcaggi fatti ed un turnover vinto), Giosuè Zilocchi (5 cariche, 22 metri guadagnati, 3 placcaggi rotti e 11 placcaggi fatti) e Junior Laloifi (12 cariche, 117 metri guadagnati, 2 clean break, 3 placcaggi rotti e 3 placcaggi fatti).

IL CAMMINO IN GUINNESS PRO14 ED IN CHALLENGE CUP NEL 2019/20

Zebre e Dragons hanno chiuso la stagione 2019/20 in Guinness PRO14 rispettivamente al 12° ed 11° posto della classifica generale del torneo e hanno entrambe preso parte all’EPCR Challenge Cup. A differenza della formazione italiana, tuttavia, i rossoneri hanno chiuso il loro cammino in coppa a settembre ai quarti di finale e, alla luce dei recenti criteri di qualificazione stabiliti per l’ammissione alla Champions Cup 2020/21, parteciperanno alla massima coppa europea per questa stagione. Non accadeva dall’edizione 2010/11.

I PRECEDENTI TRA LE DUE SQUADRE

A distanza di circa undici mesi dalla loro ultima partita, vinta con tanto di punto di bonus a Newport dai giocatori in maglia multicolor, Zebre e Dragons si preparano al loro 15° incontro in gara ufficiale. Il bilancio dei precedenti sorride alla franchigia nata nel 2003 e rappresentativa del sud-est gallese, vincitrice di 8 scontri diretti con la formazione italiana. Nello storico delle sfide tra le due squadre anche un pareggio (25-25), giunto a Parma il 29 marzo 2014.

Giovedì l’head coach Michael Bradley ufficializzerà la formazione delle Zebre che questo venerdì proverà a replicare la storica performance di Newport del 30 novembre 2019. Chiusa sul 12-39 e con uno scarto di 27 punti, fu infatti la vittoria più ampia registrata dal club di base a Parma in campionato celtico. Il record fu quindi superato il 4 gennaio 2020 col successo pieno colto al Lanfranchi contro i Cheetahs (41-13).

L’IMPIANTO

Si giocherà in regime di porte chiuse al pubblico al Rodney Parade, impianto di 8.700 posti fondato nel 1877 che, tra gli altri eventi sportivi, ospita anche le gare interne del Newport RFC e della società calcistica Newport Country AFC.

Nessun commento finora.

Inserisci un commento

Puoi usare questi tags <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto i termini e le condizioni sulla privacy*.
Accetti la memorizzazione dei tuoi dati?
Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.

Top

Privacy Preference Center

STATISTICHE

_ga,_gid,_gat

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagisc ono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

GDPR

gdpr[allowed_cookies],gdpr[consent_types]

GDPR Utilizziamo questi cookie per abilitare o disabilitare la posssibilità di essere profilati dai cookie stessi, questi cookie fanno parte del plugin studiato appositamente per rispettare la normativa vigente GDPR dal 25/05/2018

MARKETING

NID,r/collect

Set di Cookie per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.