LE ZEBRE AZZURRE MAXIME MBANDÀ E CARLO CANNA FANNO IL PUNTO SULLA PARTITA DI DUBLINO

INIZIATO A SAN BENEDETTO DEL TRONTO IL RADUNO DELLA NAZIONALE IN VISTA DELLA SFIDA CON LA RUSSIA

LE ZEBRE AZZURRE MAXIME MBANDÀ E CARLO CANNA FANNO IL PUNTO SULLA PARTITA DI DUBLINO

San Benedetto del Tronto (AP), 11 agosto 2019 – Archiviata la sconfitta di Dublino, per gli Azzurri è tempo di iniziare a guardare al prossimo impegno, in programma sabato 17 agosto alle 18:25 a San Benedetto del Tronto (AP) contro la Russia. Il percorso di avvicinamento al secondo test match della Nazionale Italiana è iniziato domenica pomeriggio, col trasferimento degli uomini di O’Shea dall’Irlanda al comune marchigiano.

A sei giorni di distanza alla sfida del “Riviera delle Palme”, due giocatori delle Zebre hanno parlato ai microfoni della Federazione Italiana Rugby, commentando la trasferta amara all’Aviva Stadium. Si tratta di Maxime Mbandà e Carlo Canna, entrambi in campo dal primo minuto a Dublino, entrambi autori di due mete, le uniche segnate dagli Azzurri nel corso della partita.

Di seguito le parole dei due atleti, tratte dal comunicato stampa della Federazione Italiana Rugby:

“Abbiamo giocato una buona partita, soprattutto nel primo tempo. L’Irlanda è una delle migliori squadre al mondo – ha dichiarato Maxime Mbandà – e  per due volte siamo passati in vantaggio. C’è rammarico per il risultato finale perché sappiamo che con una maggiore lucidità avremmo potuto evitare degli errori che in alcune fasi di gioco avrebbero potuto tenerci più vicini nel risultato. Adesso il focus sarà incentrato sulla Russia andando a caccia di un pronto riscatto”.

“Personalmente sto bene. Sono felice di essere tornato a vestire la maglia dell’Italrugby e di segnare nuovamente una meta con questa maglia. Sono orgoglioso di far parte di questo gruppo e – come tutti i miei compagni – spero di far parte della rosa che andrà in Giappone a giocare la Coppa del Mondo” ha concluso la terza linea di Italia e Zebre Rugby.

“Giocare contro squadre come l’Irlanda non è mai facile. Abbiamo mostrato un buon gioco e personalità – ha esordito Carlo Canna – soprattutto nella prima parte del match dove abbiamo reagito prontamente allo svantaggio arrivato dopo aver sbloccato il risultato con Mbandà. Una maggiore precisione ci avrebbe permesso di realizzare qualche punto in più. Ci sono spunti positivi da cui ripartire verso la Russia e altre situazioni su cui lavorare per migliorarci costantemente”.

“La meta? E’ sempre una emozione. Mi mancava vestire la maglia dell’Italia. Abbiamo un gruppo formato da tanti ottimi giocatori e la concorrenza è serrata. L’importante è farsi trovare sempre pronti e dare il massimo” ha concluso il mediano di apertura azzurro e delle Zebre.

Nessun commento finora.

Leave a Reply

Puoi usare questi tags <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto i termini e le condizioni sulla privacy*.
Accetti la memorizzazione dei tuoi dati?

Top

Privacy Preference Center

STATISTICHE

_ga,_gid,_gat

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagisc ono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

GDPR

gdpr[allowed_cookies],gdpr[consent_types]

GDPR Utilizziamo questi cookie per abilitare o disabilitare la posssibilità di essere profilati dai cookie stessi, questi cookie fanno parte del plugin studiato appositamente per rispettare la normativa vigente GDPR dal 25/05/2018

MARKETING

NID,r/collect

Set di Cookie per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.