LE NUOVE STELLE DEL RUGBY: FEDERICO MORI SOGNA DI AFFERMARSI CON LE ZEBRE

Chiunque abbia visto la meta di Federico Mori al suo esordio con le Zebre contro l’Edinburgh Rugby non sarà sorpreso di apprendere che le qualità atletiche sono diffuse nell’albero genealogico del centro livornese.

Con diciotto anni da poco compiuti, Mori era entrato a Murrayfield dalla panchina e aveva mostrato un’accelerazione nell’azione che lo aveva portato a schiacciare la meta e a lasciarsi alle spalle Mark Bennett e Duhan van der Merwe.

E’ stata una prima presenza memorabile in Guinness PRO14 che ci dice molto sulle origini del giovane livornese.


Mori è il nipote di Fabrizio Mori, l’ostacolista italiano che ha scioccato il mondo conquistando l’oro al Mondiale del 1999 a Siviglia e poi ha quasi ripetuto l’impresa due anni dopo a Edmonton, per poi essere battuto da Felix Sanchez.

Il suo tempo di 47,54 secondi registrato quel giorno in Canada rimane un record nazionale italiano.

I figli di Fabrizio sono tutti atleti promettenti: il maggiore Gabriele ha cambiato la sua carriera calcistica per inseguirne una come velocista, Massimo lancia il giavellotto, mentre la cugina Rachele il martello.

Ma il nipote di Fabrizio era più preso dal rugby in giovane età.

All’età di otto anni, la prima volta che si è affacciato allo sport ovale a Livorno, l’allenatore di Federico disse alla sua famiglia che il ragazzo aveva talento. E Federico non si è mai tirato indietro.

“Sono innamorato dello spirito che regna in squadra”, ha detto a RugbyMeet in un’intervista all’inizio di quest’anno.

“Credo sia una cosa che mi è stata trasmessa dalla famiglia: lo sport era una presenza costante, una forza positiva”.

Le doti naturali e i buoni geni dei Mori sono evidenti.

L’Edinburgh Rugby ne ha sentito tutta la forza, e molte altre squadre lo faranno in futuro quando l’adolescente, che compie 20 anni il prossimo ottobre, comincerà ad avere più minuti per giocare.

Federico Mori Zebre Rugby

Federico Mori Ha mostrato sprazzi del suo talento nella sua prima stagione con le Zebre: la meta contro l’Edinburgh ed altre due apparizioni dalla panchina in Guinness PRO14 come giocatore invitato dal Rugby Calvisano.

Con i colori del Calvisano, ha fatto due presenze in Challenge Cup, segnando anche quattro mete in appena sette partite nel massimo campionato italiano Top12.

Centro di mestiere, ma capace di infilarsi in qualsiasi punto della linea dei trequarti, la maglia n. 23 – con cui può uscire dalla panchina e potenzialmente andare ad occupare più posizioni in campo – sembra cucita appositamente su di lui per fargli imparare il mestiere al massimo livello.

Ma con le giovanili Mori ha già fatto una buona impressione.

Il centro originario di Cecina è stato infatti una pedina chiave nel Sei Nazioni Under 20 all’inizio del 2019, segnando anche una meta in occasione della straordinaria vittoria dell’Italia sulla Scozia.

E poi, l’estate scorsa, in un difficile girone del Campionato del Mondo di Rugby Under 20, Federico e i suoi Azzurrini sono arrivati ad un soffio dal piegare l’Inghilterra, prima di superare la Georgia e la Scozia, qualificandosi ad un apprezzabile nono posto.

Il permit player delle Zebre Rugby Federico Mori con la Nazionale U20

Anche in questa stagione Federico è tornato in azione a livello Under 20, scendendo in campo nel Sei Nazioni a febbraio prima della sua sospensione. La scorsa settimana ha preso parte al raduno di Parma della nazionale maggiore e adesso non vede l’ora di fare il salto di qualità con Bigi e compagni.

Ma per ora, l’attenzione è concentrata sul Guinness PRO14. Una partenza da titolare con le Zebre dovrebbe essere l’obiettivo a breve termine, e dopo essere stato annunciato come uno dei permit player a disposizione di coach Bradley per il 2020/21, le sue chance sembrano buone.

Testo tratto dal sito del Guinness PRO14 [www.pro14.rugby/latest/next-gen/meet-the-next-gen-federico-looking-for-mor-success-with-zebre]

Nessun commento finora.

Leave a Reply

Puoi usare questi tags <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto i termini e le condizioni sulla privacy*.
Accetti la memorizzazione dei tuoi dati?
Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.

Top

Privacy Preference Center

STATISTICHE

_ga,_gid,_gat

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagisc ono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

GDPR

gdpr[allowed_cookies],gdpr[consent_types]

GDPR Utilizziamo questi cookie per abilitare o disabilitare la posssibilità di essere profilati dai cookie stessi, questi cookie fanno parte del plugin studiato appositamente per rispettare la normativa vigente GDPR dal 25/05/2018

MARKETING

NID,r/collect

Set di Cookie per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.