LE NUOVE CONFERENCE DEL GUINNESS PRO14: ZEBRE NEL GIRONE 1 CON LE FINALISTE DELL’ULTIMA EDIZIONE

LE NUOVE CONFERENCE DEL GUINNESS PRO14: ZEBRE NEL GIRONE 1 CON LE FINALISTE DELL’ULTIMA EDIZIONE

Parma, 17 Giugno 2019 –A distanza di due anni dall’allargamento a 14 squadre del Guinness PRO14 con l’ingresso delle due franchigie sudafricane dei Cheetahs e dei Southern Kings, il board del torneo celtico ha annunciato le due conference per le due prossime stagioni 2019/20 e 2020/21.

Dopo aver tenuto bloccati i due gironi da 7 squadre nelle ultime due stagioni per esigenze di calendario e di omogeneità nel numero di gare in casa ed in trasferta, la composizione delle due conference è stata modificata seguendo due criteri. Il primo vede lo stesso numero di formazioni della stessa federazione in entrambi i gironi -punto fisso della nuova struttura del torneo nata nell’estate 2017- mentre il secondo vede la classifica finale aggregata dell’ultimo torneo quale nuovo parametro meritocratico.

La classifica finale aggregata del Guinness PRO14 2018/19:

1 Glasgow Warriors (81 punti) Scozia 1

2 Munster Rugby (77) Irlanda 1

3 Leinster Rugby (76) Irlanda 2

4 Ulster Rugby (63) Irlanda 3

5 Connacht Rugby (61) Irlanda 4

6 Ospreys Rugby (58) Galles 1

7 Benetton Rugby (57) Italia 1

8 Cardiff Blues (54) Galles 2

9 Scarlets (52) Galles 3

10 Edinburgh Rugby (51) Scozia 2

11 Toyota Cheetahs (46) Sudafrica 1

12 Dragons Rugby (26) Galles 4

13 Isuzu Southern Kings (22) Sudafrica 2

14 Zebre Rugby Club (19) Italia 2

Le Zebre saranno inserite nel girone A, quello che vede come testa di serie gli scozzesi Glasgow Warriors, la squadra che ha conquistato il maggior numero di punti nella classifica aggregata della stagione appena conclusa. Insieme agli scozzesi nel girone sono stati inserite la seconda e la terza formazione irlandese (Leinster e Ulster), la prima e la quarta gallese (Ospreys e Dragons) e la prima delle due sudafricane, i Cheetahs.

I bianconeri dunque sfideranno per due volte i due club protagonisti dell’ultima finale che ha visto il Leinster superare a Glasgow i Warriors al Celtic Park. I dubliners sono una delle tre novità rispetto alle ultime due stagioni insieme ai nord-irlandesi dell’Ulster ed ai gallesi Dragons.

In attesa dei calendari che saranno ufficializzati con molta probabilità nel mese di Luglio, di sicuro le Zebre ospiteranno nella prossima stagione davanti al pubblico di casa tutte le altre sei formazioni della propria conference, facendo visita agli stessi avversari per un totale di 12 gare. Castello e compagni sfideranno invece una sola volta le squadre del girone B (altre 6 gare) ad eccezione del Benetton Rugby: il derby italiano del Guinness PRO14 andrà in scena tre volte anche nella stagione al via il 28 Settembre 2019, per un totale di 21 gare.

I nuovi gironi del Guinness PRO14 2019/20 e 2020/21:

Conference A

  • Scozia 1 (Glasgow Warriors)
  • Irlanda 2 (Leinster Rugby)
  • Irlanda 3 (Ulster Rugby)
  • Galles 1 (Ospreys Rugby)
  • Galles 4 (Dragons Rugby)
  • Italia 2 (Zebre Rugby Club)
  • Sudafrica 1 (Toyota Cheetahs)

Conference B

  • Scozia 2 (Edinburgh Rugby)
  • Irlanda 1 (Munster Rugby)
  • Irlanda 4 (Connacht Rugby)
  • Galles 2 (Cardiff Blues)
  • Galles 3 (Scarlets)
  • Italia 1 (Benetton Rugby)
  • Sudafrica 2 (Isuzu Southern Kings)


La struttura del torneo:

– Ogni conference è composta da sette squadre con la stessa ripartizione per le varie federazioni.

– Ogni squadra disputerà ventuno incontri di stagione regolare.

– Ogni squadra incontrerà almeno una volta tutte le altre.

– Tutti i derby continueranno a disputarsi con formula di andata e ritorno.

– Le squadre italiane, scozzesi e sudafricane disputeranno un ulteriore derby per esigenze di calendario.

– La fase finale del Guinness PRO14 permette a sei squadre (dalla 1° alla 3° di ciascuna conference) di raggiungere la fase ad eliminazione diretta.

– La fase finale del Guinness PRO14 vede la prima di ogni girone qualificata alla semifinale in casa

– La fase finale del Guinness PRO14 permette alle squadre classificate seconde e terza di sfidarsi in due quarti di finale incrociati in casa della seconda classificata

– Le prime tre squadre di ciascuna conference – ad eccezione delle due sudafricane, con eleggibili per partecipare ai tornei EPCR – si qualificheranno alla Champions Cup.

– La settima partecipante alla Champions Cup uscirà dallo spareggio tra le due quarte classificate di ogni girone

Nessun commento finora.

Leave a Reply

Puoi usare questi tags <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto i termini e le condizioni sulla privacy*.
Accetti la memorizzazione dei tuoi dati?

Top

Privacy Preference Center

STATISTICHE

_ga,_gid,_gat

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagisc ono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

GDPR

gdpr[allowed_cookies],gdpr[consent_types]

GDPR Utilizziamo questi cookie per abilitare o disabilitare la posssibilità di essere profilati dai cookie stessi, questi cookie fanno parte del plugin studiato appositamente per rispettare la normativa vigente GDPR dal 25/05/2018

MARKETING

NID,r/collect

Set di Cookie per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.