“LAVORARE TANTO E NON MOLLARE MAI! PER RAGGIUNGERE L’ALTO LIVELLO SERVE TANTO SACRIFICIO PERCHÉ NESSUNO TI REGALA NIENTE”

IL N. 3 DEL XV DELLE ZEBRE 2012-20 – DARIO CHISTOLINI

Parma, 20 marzo 2020 – E’ Dario Chistolini il pilone destro più votato dai tifosi multicolor nel sondaggio lanciato sui social delle Zebre per eleggere il XV ideale di queste otto stagioni celtiche del club.

Nato a Kempton Park in Sudafrica da padre italiano e madre sudafricana, il promettente n° 3 si trasferisce in Italia nel 2008 dove, ancora diciannovenne, fu ingaggiato dal Petrarca Rugby debuttando nel massimo campionato italiano e in Challenge Cup.

Col club padovano Chistolini disputa tre stagioni, laureandosi campione d’Italia al termine dell’ultima. Nel 2011/12 arriva il suo passaggio al Gloucester Rugby e il suo esordio nella Premiership inglese e in Heineken Cup, la massima coppa europea.

Dopo due stagioni e 16 partite ufficiali giocate con la formazione inglese, il pilone destro ritorna in Italia questa volta a Parma dove entra a far parte della franchigia federale con cui esordisce in campionato celtico; il 20 settembre 2013 è tra i 22 protagonisti della storica prima vittoria delle Zebre nel torneo, ottenuta sul sintetico dell’Arms Park contro i Cardiff Blues.

Già convocato nell’Italia Emergenti ai tempi della sua militanza col Petrarca, Chistolini ha guadagnato il suo primo cap con la Nazionale maggiore proprio nel corso del suo primo anno con le Zebre.

Il debutto con gli Azzurri avviene il 14 giugno 2014 ad Apia nel test match perso contro Samoa. Da allora il n° 3 ha collezionato 20 apparizioni con la maglia Azzurra, mentre sono 116 le presenze totalizzate con il club di base a Parma.

Divenuto il terzo centurione della storia delle Zebre il 7 aprile 2018 nel corso della gara contro il Leinster, Chistolini lascia la maglia della franchigia federale dopo sei stagioni. Il 21 maggio 2019 viene ufficializzato il suo passaggio al Valorugby Emilia per l’edizione 2019/20 del Top12.

Ti aspettavi questo riconoscimento dai tifosi? “Sono stato a Parma per tanto tempo e fa piacere aver lasciato un buon ricordo ai tifosi”.

Alla tua terza presenza hai vissuto da protagonista la prima vittoria ufficiale delle Zebre, a Cardiff nel Settembre 2013: cosa ricordi di quella serata speciale? “Ricordo tutto benissimo: sono uscito al 55’ ed il mio compagno Luca Redolfini ha preso un cartellino giallo al 78’. Sono entrato da freddo a difendere questa prima vittoria sulla linea di meta. Poi nello spogliatoio ricordo la festa con Mauro Bergamasco e Totò Perugini che cantavano “Nessun Dorma” di Puccini…!”

Sei arrivato a Parma a 25 anni dopo un’esperienza nel massimo campionato italiano ed in Inghilterra, cosa ti ha lasciato quell’esperienza all’estero? “A 23 anni presi quella decisione in un momento fondamentale della mia carriera. Ero giovane e volevo comprendere cosa significasse il professionismo. A Gloucester ho imparato il sacrificio e la professionalità necessari per un atleta che vuole arrivare in alto”.

Chiudi una prima linea dei sogni con Perugini e Fabiani, com’è cambiato il gioco del rugby ed il ruolo del pilone in questi ultimi anni? “Due veri combattenti: con Oliviero abbiamo giocato tante battaglie mentre invece Totò mi ha aiutato molto nel mio inserimento alle Zebre nella sua ultima annata a Parma: da lui ho imparato molto. Il ruolo del pilone oggi è molto più impegnativo di allora; nel gioco moderno oltre alla conquista in mischia chiusa ci viene richiesta una mobilità maggiore in campo, al livello degli altri giocatori”.

Il compagno di questi anni che vorresti sempre avere al tuo fianco? “In campo avere Quintin Geldenhuys dalla tua parte è sempre molto positivo! Mentre nello spogliatoio un compagno che ha sempre portato positività ed allegria è stato Emiliano Caffini”.

Il momento indimenticabile con la maglia zebrata? “Quella vittoria a Cardiff sicuramente, ma ricordo anche la gara di Heineken Cup di Parma contro il Tolosa (6-16 a Gennaio 2014 ndr) coi francesi che sotto i nostri pali continuavano a chiedere mischia ma non sono riusciti a mandarci indietro: è stato un momento di carica per tutto il pacchetto degli avanti contro una squadra di assoluto livello mondiale”.

Come ti stai tenendo in forma in queste settimane particolari di stop? “Per fortuna ho spazio in giardino e alcuni pesi a casa. Tutti i giorni mi alleno insieme alla mia famiglia nella mia casa di Parma”.

Dall’alto della tua esperienza cosa ti senti di consigliare ai giovani rugbisti per poter anche loro realizzare il sogno dell’alto livello?  “Lavorare tanto e non mollare! Bisogna lavorare duro perché nessuno ti regala niente e serve tanto sacrificio. A volte poi le cose non vanno come vorresti ma voglio dire ai ragazzi di non mollare perché possono cambiare velocemente”.

Come vedi il futuro delle Zebre? “Vedo tanti giovani italiani molto interessanti: tra pochi anni saranno giocatori d’esperienza. Questa futura generazione di giovani Azzurri darà un apporto fondamentale alla storia del club”.

Un saluto ai tifosi delle Zebre: “Anch’io sono un tifoso delle Zebre e vengo con piacere al Lanfranchi quando posso. Sono sempre molto contento dell’accoglienza che i tifosi mi danno. A loro dico di non far mai mancare il loro supporto alla squadra, soprattutto nei tempi difficili: a presto!”

Nessun commento finora.

Leave a Reply

Puoi usare questi tags <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto i termini e le condizioni sulla privacy*.
Accetti la memorizzazione dei tuoi dati?
Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.

Top

Privacy Preference Center

STATISTICHE

_ga,_gid,_gat

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagisc ono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

GDPR

gdpr[allowed_cookies],gdpr[consent_types]

GDPR Utilizziamo questi cookie per abilitare o disabilitare la posssibilità di essere profilati dai cookie stessi, questi cookie fanno parte del plugin studiato appositamente per rispettare la normativa vigente GDPR dal 25/05/2018

MARKETING

NID,r/collect

Set di Cookie per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.