“LA TERRA CI HA DATO UN AVVISO DI GARANZIA: IMPAREREMO AD ESSERE PIÙ COSCIENTI E RISPETTOSI DEL PROSSIMO E DEL NOSTRO PIANETA”

IL N° 15 DELLE ZEBRE 2012-20 – EDOARDO PADOVANI

Parma, 4 aprile 2020 – Con la vittoria di Edoardo Padovani a estremo del XV delle Zebre 2012-20 si chiude il sondaggio lanciato sui canali social del club per eleggere la super squadra zebrata composta dai giocatori più rappresentativi delle otto stagioni celtiche della franchigia federale.

Classe 1993, il 24 volte Azzurro ha infatti superato in finale David Odiete con circa l’81 % delle preferenze espresse sul web.

Cresciuto nelle giovanili del Rugby Mogliano, il n° 15 veneziano ha esordito nel massimo campionato italiano nel 2012, laureandosi anche campione di Italia al termine della stagione.

Nel 2014 il prodotto dell’Accademia Nazionale “Ivan Francescato” fa il suo ingresso alle Zebre, disputando tre stagioni in campionato celtico e nelle coppe europee prima di trasferirsi in Francia a Tolone.

Sceso in campo in quattro gare ufficiali con i Transalpini, il duttile trequarti è quindi tornato a Parma nel dicembre 2017 ritrovando la maglia della franchigia multicolor.

Ad oggi, Padovani ha complessivamente collezionato 83 presenze e messo a referto 127 punti col suo club d’appartenenza, al netto di 5 mete, 14 trasformazioni e 24 calci di punizione.

Già convocato con la Nazionale U18, il 26enne ha preso parte nel 2012 e ancora nel 2013 al Sei Nazioni U20 e al Mondiale di categoria con gli Azzurrini, vestendo successivamente anche la maglia dell’Italia Emergenti.

Esordito con la Nazionale maggiore il 16 febbraio 2016 a Roma contro l’Inghilterra nel 2° turno del Sei Nazioni, il giovane estremo ha rappresentato l’Italia anche alla Coppa del Mondo 2019, la sua prima in assoluto.

Lo scorso mese sei stato operato all’anca sinistra. Come stai innanzitutto? “Sto benone, sono stracontento di come sta andando la riabilitazione e il recupero. Sto lavorando molto da casa e mantenendo quotidianamente i contatti con lo staff medico e fisioterapico delle Zebre”.

Come ti sei avvicinato al rugby? “Mi sono avvicinato al rugby grazie ad un mio grande amico che è Giovanni Benvenuti, fratello di Tommaso, che a sette anni ha consigliato di venire a provare questo sport a Mogliano. Ricordo ancora oggi i primi giorni di allenamento, è stato amore a prima vista: avevo subito capito di aver trovato qualcosa di euforico che mi piaceva”.

Chi è stato fondamentale nel tuo percorso di crescita? “Senza dubbio la mia famiglia, se non ci fossero i miei genitori e mio fratello non sarei arrivato dove sono ora. Tuttora mi danno una grande mano e sono molto presenti dentro e fuori dal campo”.

Come vivi il giorno gara? Hai un tuo rituale che segui per trovare la giusta concentrazione prima di scendere in campo? “Faccio cose molto tranquille, cerco di dormire il più possibile e di fare una colazione abbondante. Faccio un po’ di stretching e magari una piccola passeggiata un po’ per svegliarmi un po’ per distrarmi. Poi ovviamente Led Zeppelin a tutto volume per darmi la giusta carica!”

Dove trovi invece i giusti stimoli per far bene e continuare a crescere? “Nel non dare mai niente al caso e sudarsi tutto ciò che si ottiene nella vita. Mi piace andare a letto ogni sera con la coscienza di chi ha dato il massimo per migliorarsi, come sportivo ma come uomo soprattutto”.

Sei alle Zebre da tanti anni. Il tuo ricordo più bello col club? “Ho tantissimi bei ricordi! Proprio in questi giorni guardavo un po’ la mia libreria del telefono e sono davvero numerosi.. In campo penso alla vittoria di Murrayfield dell’ottobre 2016, la nostra prima di sempre in Scozia, ma anche alle due consecutive contro Connacht e Dragons di due anni fa. Fuori dal campo penso invece a tutti i momenti passati coi ragazzi, alle serate di fine stagione travestendoci e facendo festa a Parma..”

La partita che vorresti rivivere e rigiocare per riscriverne il risultato? “A parte i derby che ahimè non sono pochi, direi la partita con Connacht dell’anno scorso [6 aprile 2019 – ndr], persa di un soffio anche per via di due calci da me sbagliati..”

Come stai trascorrendo le giornate in questo momento? “Con positività e calma: la mattina faccio un po’ di esercizi per tenermi in forma, soprattutto con elastici e a corpo libero. In questo periodo poi sto seguendo delle lezioni di tecnica del suono e di produzione musicale, sto disegnando e scrivendo.. sono giorni molto creativi. Con una mia amica abbiamo un progetto legato al turismo sostenibile a Venezia.. ci stiamo lavorando”.

Cosa pensi che impareremo da questa situazione di quarantena forzata? “Che la Terra ha dato un avviso di garanzia all’uomo: dobbiamo essere più coscienti e rispettosi del prossimo e del nostro pianeta. Sono ottimista e voglio credere che impareremo a rallentare i nostri ritmi di vita, certo senza sacrificare la nostra felicità, ma tenendo conto anche del benessere dell’ecosistema. E poi penso che ne usciremo con una coscienza pubblica e nazionale più forte, un senso di appartenenza al nostro Paese più marcato”.

Nessun commento finora.

Leave a Reply

Puoi usare questi tags <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto i termini e le condizioni sulla privacy*.
Accetti la memorizzazione dei tuoi dati?
Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.

Top

Privacy Preference Center

STATISTICHE

_ga,_gid,_gat

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagisc ono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

GDPR

gdpr[allowed_cookies],gdpr[consent_types]

GDPR Utilizziamo questi cookie per abilitare o disabilitare la posssibilità di essere profilati dai cookie stessi, questi cookie fanno parte del plugin studiato appositamente per rispettare la normativa vigente GDPR dal 25/05/2018

MARKETING

NID,r/collect

Set di Cookie per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.