IL PILONE DELLE ZEBRE RUGBY ALEXANDRU TARUS CI PORTA ALLA SCOPERTA DI BUCAREST, BASE DEL PARTNER DEL CLUB RYANAIR

IL PILONE DELLE ZEBRE RUGBY ALEXANDRO TARUS CI PORTA ALLA SCOPERTA DI BUCAREST, BASE AEROPORTUALE DEL PARTNER DEL CLUB RYANAIR

Una città accogliente, dinamica, che ogni anno apre le sue porte a persone di ogni età e provenienza geografica e che si sta riscoprendo sempre più turistica. Bucarest è così, un gioiello dell’est Europa, fiera del suo passato e dei suoi monumenti in stile liberty, neoclassico e barocco, ma con uno sguardo al futuro e alla modernità.

Nella capitale è cominciata la carriera rugbistica di Alexandru Tarus, 14 presenze con le Zebre Rugby e 38 con la Nazionale Romena. Nato a Brasov nella regione della Transilvania, Alex ha infatti indossato all’età di 21 anni la casacca rossoblù della Steaua București per poi vestire tra il 2013 ed il 2015 i colori gialloneri dell’allora franchigia federale del București Rugby.

Chi meglio del pilone 31enne poteva dunque raccontarci le bellezze e i principali luoghi di interesse di Bucarest?

zebre rugby bucarest ryanair

WHERE TO RUGBY

A Bucarest ci sono due club principali: la Steaua București e il Dinamo Rugby București. Entrambi militano nel campionato di prima divisione nazionale e vantano nella propria rosa diversi atleti della Nazionale romena. Il più titolato dei due è la Steaua București, la società dove ho mosso i primi passi quando sono diventato maggiorenne. E’ stata fondata nel 1948 e ha vinto nella sua storia ben 24 scudetti e 10 coppe di Romania. Altrettanto datato è il Dinamo Rugby, club nato nel 1949 che, oltre ai 16 titoli nazionali e alle 10 coppe di Romania, ha sollevato nel 1967 la prestigiosa Coppa FIRA dei Campioni d’Europa.

zebre rugby bucarest ryanair
iStock – VIDOK

WHERE TO EAT

Il cuore pulsante di Bucarest è il centro storico, il “Centru Vechi”. Essendo un quartiere molto turistico, ospita decine di pub, locali e ristoranti tipici e folkloristici. Il mio preferito si chiama Caru’ Cu Bere, un’antica birreria risalente al 1879 che ha conservato l’arredamento d’epoca e l’offerta gastronomica tradizionale. Consiglio di prenotare con largo anticipo perché il locale è pieno zeppo di clienti tutto l’anno!

zebre rugby bucarest ryanair
iStock – AleksandarGeorgiev

WHERE TO RUN

Bucarest è una città piana, e questo faciliterebbe l’attività motoria dei suoi cittadini. Essendo però molto trafficata e frequentata da visitatori, gli spazi migliori dove andare a correre sono i suoi parchi. Ce ne sono due molto belli nel centro storico che sono il parco Carol e il parco IOR, entrambi grandi, con dei laghetti artificiali e tanto verde intorno. Sono il luogo ideale per fare sport all’aria aperta ascoltando il solo sottofondo musicale degli uccelli.

iStock – Balate Dorin

WHERE TO DRINK

Una sera quando abitavo a Bucarest mi era capitato di andare a bere in un bar su una terrazza, in cima ad un edificio altissimo. Si chiama 18 Lounge e si trova nella zona nord della città, nei pressi del parco e del lago Herăstrău. Ricordo che mi aveva impressionato per la vista panoramica della città, un posto davvero suggestivo che raccomando!

iStock – dpVUE.images

WHERE TO KISS

Lo stesso parco Herăstrău è uno dei posti più romantici di Bucarest. E’ il più grande in città e, data la sua vasta superficie, è stato diviso in due aree, una adibita allo svolgimento di tante attività socio-ricreative e culturali ed un’altra più selvaggia dedicata allo sport, al divertimento e all’esplorazione. Al suo interno si trova anche l’Hard Rock Café di Bucarest e un lago naturale che può essere solcato per un tour a bordo di barche e battelli. Se cercate un posto tranquillo per un primo appuntamento, lontano dai trambusti del centro, l’avete trovato. Venite al tramonto per ammirare i colori riflessi sull’acqua e avrete fatto tombola!

IL N° 3 DELLE ZEBRE RUGBY HA ANCHE PARLATO DELLE PRINCIPALI ATTRAZIONI DI BUCAREST, BASE AEROPORTUALE DI RYANAIR

WHERE TO GO

Con i suoi circa 2 milioni di abitanti, Bucarest è la città più popolosa della Romania e rappresenta il maggior polo industriale e commerciale del Paese. La capitale – il cui nome pare tragga origine del termine romeno “bucurie”, che significa “gioia”, “feliciità” – sorge lungo la sponda del fiume Dâmbovița ed ospita i principali palazzi delle istituzioni pubbliche, oltre che le maggiori strutture per convegni, attività culturali e ricreative.

Il centro della città non è molto esteso e i principali punti di interesse sono facilmente raggiungibili in un percorso a piedi. Il che rende Bucarest la meta ideale per chi voglia trascorrere un weekend diverso dal solito, alla scoperta di una capitale europea meno nota e – perché no – dai prezzi più abbordabili.

iStock – LordRunar

Un must per tutti i turisti è il Parlamento di Bucarest, il secondo edificio più grande al mondo dopo il Pentagono. Fortemente voluto dall’ex presidente della Repubblica Socialista di Romania Nicolae Ceaușescu che rase al suolo gran parte della Collina degli Spiriti per la sua edificazione, la struttura è il simbolo della città, oltre che l’attrazione più visitata di tutta la Romania. L’edificio è visitabile e conta 1.000 stanze, distribuite su 18 piani con due ulteriori livelli sotterranei e ben 31 ascensori!

Non lontano dal centro, consiglio poi di spostarvi al villaggio Satului collocato all’interno del parco Herestreau. E’ tra i musei a cielo aperto più grandi d’Europa e, come lascia presagire il nome stesso, è costituito da costruzioni rurali tipiche della Romania. La sua particolarità e popolarità è dovuta alla presenza di circa 300 diversi tipi di case e chiese in legno che sono state portate qui nel 1936 da ogni parte del Paese per illustrare la storia e le tradizioni dei villaggi contadini.

iStock – Moussa81

Un altro patrimonio della Romania è il parco naturale Văcărești, il più grande parco urbano naturale d’Europa. Si trova a pochi chilometri dal centro storico di Bucarest ed è ciò che rimane di un’infrastruttura incompiuta e abbandonata, simbolo del regime di Ceausescu. Negli anni quest’area è diventata un vero e proprio ecosistema incontaminato dove sono fiorite specie animali e vegetali protette e dove regna la biodiversità urbana.

Bucarest è altrettanto nota e amata per la movida che offre ai turisti. I principali pub, locali e centri commerciali si trovano nel quartiere Lipscani, nel cuore del centro storico. In un mix di antico e moderno, strette viuzze si alternano a larghi viali sovietici dando vita a questa grande isola pedonale circondata da edifici eleganti e dal fascino un po’ decadente che fanno davvero di Bucarest una “piccola Parigi” come spesso si dice.

iStock – Adam Petto

Non solo Bucarest: scopri le altre tappe della rubrica di viaggi realizzata dalle Zebre Rugby in collaborazione col partner Ryanair:

1 – L’Irlanda, tra palla ovale, cultura e splendidi paesaggi

2 – Genova passo per passo in compagnia di capitan Tommaso Castello

3 – Catania, Giovanni Licata ci dice tutto della città dove è cresciuto rugbisticamente

Nessun commento finora.

Inserisci un commento

Puoi usare questi tags <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto i termini e le condizioni sulla privacy*.
Accetti la memorizzazione dei tuoi dati?
Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.

Top

Privacy Preference Center

STATISTICHE

_ga,_gid,_gat

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagisc ono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

GDPR

gdpr[allowed_cookies],gdpr[consent_types]

GDPR Utilizziamo questi cookie per abilitare o disabilitare la posssibilità di essere profilati dai cookie stessi, questi cookie fanno parte del plugin studiato appositamente per rispettare la normativa vigente GDPR dal 25/05/2018

MARKETING

NID,r/collect

Set di Cookie per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.