IL GIOVANE CENTRO RODIGINO LUCCHIN PRONTO ALL’ESORDIO NEL GUINNESS PRO14: “A PARMA HO TROVATO UN AMBIENTE MOLTO POSITIVO”.

IL GIOVANE CENTRO RODIGINO LUCCHIN PRONTO ALL’ESORDIO NEL GUINNESS PRO14: “A PARMA HO TROVATO UN AMBIENTE MOLTO POSITIVO”.

Parma, 27 agosto 2019 – Si avvicina sempre più il momento di vedere finalmente in campo le Zebre nella prima sfida amichevola della stagione 2019/20: venerdì 13 settembre, il XV di Michael Bradley aprirà infatti la propria stagione agonistica allo Stadio Monigo di Treviso nel primo dei due test match in programma contro il Benetton Rugby.

Con gli Azzurri impegnati nella preparazione alla Rugby World Cup, la duplice amichevole con i leoni biancoverdi vedrà soprattutto come protagonisti i tanti giovani atleti ingaggiati dalla franchigia federale al termine della stagione passata di Guinness PRO14. Tra questi nuovi talenti, spicca il nome del centro adriese Enrico Lucchin.

Classe 1995, il prodotto delle giovani del Rugby Rovigo è stato in passato membro dell’Accademia Nazionale “Ivan Francescato” prima di bagnare il suo esordio nel massimo campionato italiano con la maglia del Rugby Mogliano. Nel 2015 il trequarti veneto ritorna quindi a vestire i colori rossoblù, vincendo con i bersaglieri il titolo di campione d’Italia al termine della stagione e replicando il successo nel 2016/2017 e ancora nel 2017/2018, questa volta col Rugby Calvisano.

Lucchin ha percorso tutta la trafila delle selezioni nazionali, dall’Under 17 all’Under 20, partecipando al World Rugby U20 Championship nel 2015 e coronando infine la sua esperienza in Azzurro con la Nazionale Emergenti, prendendo parte a due edizioni di World Nations Cup nelle estati 2016 e 2017.

Sei arrivato a Parma lo scorso maggio insieme ai tuoi compagni di squadra Bruno, Manfredi e Fischetti. Come sono andate queste prime settimane di lavoro?Sono stati due mesi molto duri sia fisicamente che tecnicamente. Nuovo ambiente e nuovo sistema di gioco: integrarsi non facile ma l’ambiente è molto positivo e si lavora molto bene anche grazie a tanti ex compagni: il gruppo è davvero positivo.

Torni allo Stadio Lanfranchi che ti ha visto protagonista nel Mondiale Under 20 2015 insieme ai tuoi coach Orlandi e Troncon che hai ritrovato qui alle Zebre.Sarà una grande emozione giocare qui dove ho fatto partite importanti come l’esordio del Mondiale 2015 contro l’Australia in un’atmosfera incredibile. I coach sono molto preparati e, avendomi già allenato, mi aiutano ad integrarmi nel piano di gioco conoscendo i miei limiti, aiutandomi a lavorare per tirare fuori il meglio da me.

Sei pronto per il tuo esordio nel Guinness PRO14: cosa ti aspetti da questo torneo e come pensi che il tuo stile di gioco possa integrarsi e migliorarsi in questo torneo internazionale? Ambientarsi non sarà facile: ci vorrà un po’ di tempo ma conto di prendere il meglio da ogni allenamento. Il PRO14 a livello di fisico, d’intensità e di ritmo é molto alto. Giochiamo contro squadre competitive ed affrontiamo trasferte lunghe e difficili; non sarà una stagione facile ma la qualità è alta anche qui alle Zebre. C’è un bel gruppo con tanta fiducia tra i vari compagni: sono certo che potremo dare il meglio sia in casa che in trasferta.

Lo scorso 18 maggio eri in campo titolare col Rugby Calvisano nella finale di Top 12 vinta contro il Rugby Rovigo Delta. Cosa di positiva porterai di quella giornata nel gruppo delle Zebre?E’ stata una giornata emozionante dopo un anno difficile speso per tornare al mio meglio dopo alcuni infortuni. Una gara giocata bene da tutta la squadra, un’ultima gara a Calvisano dopo tre anni positivi con società, tecnici e compagni a cui sarò sempre grato.

Hai anche tu una tua partita della vita che ricordi in maniera indelebile?Ce ne sono diverse: a cominciare dall’anno dell’Under 20 nella vittoria di Cremona su Samoa che ci ha fatto mantenere la categoria. Anche i due Scudetti vinti a Calvisano sono state due gare che mi hanno lasciato un ricordo per sempre.

Cosa ti piace fare quando non corri sui campi da rugby?Mi piace viaggiare, uscire con gli amici e conoscere nuove persone. Mi paice leggere e pure cucinare: in una città di tradizione culinaria come Parma farlo sarà particolare e ancora più stimolante.

Nome: Enrico

Cognome: Lucchin

nato a: Adria (RO)

Il: 04/04/1995

Altezza: 186 cm

Peso: 103 kg

Ruolo: centro

Honours: Italia Emergenti,Italia U20, Italia U18, Italia U17

Caps: 0

Presenze in Guinness PRO14: 0

Presenze in EPCR Champions Cup: 0

Presenze in EPCR Challenge Cup:

Club precedenti: Rugby Calvisano, Rugby Mogliano, Accademia Nazionale “Ivan Francescato”, Rugby Rovigo Delta

Nessun commento finora.

Leave a Reply

Puoi usare questi tags <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto i termini e le condizioni sulla privacy*.
Accetti la memorizzazione dei tuoi dati?

Top

Privacy Preference Center

STATISTICHE

_ga,_gid,_gat

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagisc ono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

GDPR

gdpr[allowed_cookies],gdpr[consent_types]

GDPR Utilizziamo questi cookie per abilitare o disabilitare la posssibilità di essere profilati dai cookie stessi, questi cookie fanno parte del plugin studiato appositamente per rispettare la normativa vigente GDPR dal 25/05/2018

MARKETING

NID,r/collect

Set di Cookie per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.