IL CAPITANO DELLA NAZIONALE LUCA BIGI FA UN BILANCIO SUL RADUNO A PARMA

“EMOZIONANTE TORNARE IN AZZURRO! RIPRENDIAMO A COSTRUIRE IL NOSTRO FUTURO”

Parma, 10 luglio 2020 – Nella giornata di ieri si è concluso il raduno Azzurro a Parma. La Cittadella del Rugby saluta così i 36 atleti della Nazionale convocati per questo primo appuntamento della stagione 2020/21.

Tra i 18 giocatori della rosa delle Zebre scelti dal ct Franco Smith non poteva non esserci il tallonatore reggiano Luca Bigi.

A margine della sessione di lavoro di giovedì mattina, il capitano dell’Italia ha fatto un primo bilancio di questo primo raduno vissuto a distanza di quattro mesi dal precedente, interrotto a causa della sopraggiunta emergenza coronavirus.

Di seguito il comunicato della Federazione Italiana Rugby:

Parma – Ultimo giorno di lavoro a Parma per la Nazionale Italiana Rugby. Gli Azzurri nella tarda mattinata odierna lasceranno la sede del ritiro per fare rientro ai propri club di appartenenza.

Luca Bigi, capitano dell’Italrugby, fa un primo bilancio del raduno vissuto a distanza di quattro mesi dall’ultimo, interrotto a causa dell’emergenza sanitaria COVID-19: “Incontrare nuovamente i compagni di squadra e vivere l’atmosfera Azzurra è bellissimo. Ritrovarci dopo il periodo di lockdown è stata una bella sensazione. Ci sono nuovi volti, giocatori giovani che hanno portato energia e che mostrano voglia di emergere. Sin da lunedì ci siamo messi subito a lavorare duramente focalizzati sui nostri obiettivi. Sono stati giorni importanti: ritrovare il campo anche con l’Italia, riprendere da dove ci eravamo lasciati e continuare a costruire il nostro futuro”.

“Considerato il periodo che abbiamo avuto di inattività – prosegue il capitano azzurro – siamo consapevoli che dobbiamo sfruttare questo tempo a disposizione e farci trovare sempre pronti. Durante il lockdown il confronto a distanza, anche con i nuovi componenti dello staff, è stato sempre vivo in modo da cercare di poter ripartire al meglio. E’ stato un periodo in cui abbiamo cercato recuperare da alcuni infortuni precedenti ma soprattutto abbiamo potuto riflettere sui primi mesi di attività sotto la guida del nuovo staff cercando di migliorare in vista del futuro”.

I ritiri di Zanni e Budd hanno diminuito l’esperienza nel gruppo Azzurro: “Giocatori del loro calibro ci hanno lasciato qualcosa di importante che negli ultimi anni abbiamo cercato di carpire al meglio e di cercare di condividere il tutto con le nuove leve. Con un gruppo molto giovane alcuni principi come il lavoro, il sacrificio e la dedizione sono fondamentali: sta a noi giocatori un po’ più longevi trasmettere al meglio il tutto a chi si affaccia per la prima volta con la maglia della Nazionale Maggiore” ha concluso il tallonatore dell’Italia e delle Zebre Rugby Club.

Nessun commento finora.

Leave a Reply

Puoi usare questi tags <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto i termini e le condizioni sulla privacy*.
Accetti la memorizzazione dei tuoi dati?
Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.

Top

Privacy Preference Center

STATISTICHE

_ga,_gid,_gat

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagisc ono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

GDPR

gdpr[allowed_cookies],gdpr[consent_types]

GDPR Utilizziamo questi cookie per abilitare o disabilitare la posssibilità di essere profilati dai cookie stessi, questi cookie fanno parte del plugin studiato appositamente per rispettare la normativa vigente GDPR dal 25/05/2018

MARKETING

NID,r/collect

Set di Cookie per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.