GLI SPAGHETTI BOLOGNESI PROTAGONISTI SABATO ALLA CITTADELLA DEL RUGBY DI PARMA

GLI SPAGHETTI BOLOGNESI PROTAGONISTI SABATO ALLA CITTADELLA DEL RUGBY DI PARMA

Parma, 25 Aprile 2019 –Mancano due giorni alla grande sfida dello Stadio Lanfranchi di Parma che metterà di fronte le due franchigie italiane del torneo internazionale di rugby, il Guinness PRO14. Sabato 27 Aprile alle ore 18 infatti Zebre Rugby Club e Benetton Rugby si sfideranno nell’ultimo turno del torneo celtico nel terzo derby tutto italiano della stagione. La Cittadella del Rugby di Parma –centro federale d’eccellenza in Italia- ospiterà una giornata di festa per tutta la comunità italiana della palla ovale che potrà vedere in campo buona parte degli Azzurri che vestono la maglia dell’Italia.

Ingrediente immancabile in ogni evento rugbistico che si rispetti è anche quello del convivio e dell’enogastronomia che, soprattutto nel Belpaese, unisce ancor di più i tanti appassionati di rugby rendendo unico l’ambiente dello stadio.

Per l’occasione il Comitato per la promozione delle ricetta originale degli Spaghetti Bolognesisarà ospite speciale a Parma, città sede dell’Autorità Alimentare della Commissione Europea.  Sarà lo chef Stefano Boselli a cucinare questa prelibata ricetta per deliziare il terzo tempo delle due squadre, un piatto perfetto conosciuto in tutto il mondo per celebrare una grande sfida internazionale e condividere insieme questo momento cardine di tutte le sfide di rugby del pianeta.  Questo evento va nella direzione del Comitato che ha come obiettivo quello di riabilitare e promuovere questo piatto della tradizione, dimostrandone inoltre l’effettivo radicamento storico nella cucina domestica bolognese.

Al termine della gara del 21° turno del Guinness PRO14, nella clubhouse dello Zebre Rugby Club sarà servito un assaggio degli Spaghetti Bolognesi e della Mortadella Bologna IGP –altro biglietto da visita culinario della città felsinea- anche a tutti i tifosi che vorranno apprezzarne gusto e tradizione.

Questa ricetta storica della città delle due torri ha radici lontane che arrivano fin alla seconda metà del Cinquecento: nel 1586 il Senato di Bologna concedette il permesso di costruire in città la prima fabbrica di pasta, dettagliando anche le diverse tipologie di macchinari richiesti insieme alle varie qualità da produrre, tra cui anche i locali vermicelli. Ogni anno fino all’ultima parte del 1700, si sono registrate imposizioni annuale di calmieri sui prezzi, a testimonianza del consumo in costante aumento in città di pasta secca.

Gli Spaghetti Bolognesitrovavano la loro collocazione frequente nei giorni feriali e nella cucina di recupero. In realtà è solo a partire dal 1820 – quando il termine nasce a Napoli – che s’inizia a parlare ufficialmente di “spaghetti”, un termine a cui Bologna ha sempre preferito il locale vermicelli. Gli abitanti della città si nutrivano principalmente non di pasta all’uovo tipica di tagliatelle e tortellini, piatti ricchi che erano appannaggio di classi abbienti e di momenti speciali quali i giorni di festa.

Il formato era di certo più grosso rispetto a quello moderno; il condimento era bianco, almeno fino alla fine del 1700, momento che sdoganerà l’uso, in realtà tardivo e oggi scontato, del pomodoro.  Il ragù degli Spaghetti bolognesi prevede un abbondante fondo di verdure tritate finemente, con l’aggiunta di carne di maiale e cartella di manzo macinata, passata di pomodoro ed infine di piselli. Sul sito www.spaghettibolognesi.it è anche riportata la ricetta, depositata dalla delegazione locale dell’Accademia Nazionale della Cucina nel 1982 alla Camera di Commercio.

“Lo spaghetto bolognese non è assolutamente sostitutivo della tagliatella – come sottolinea l’avvocato Gianluigi Mazzoni, cofondatore e portavoce del Comitato per la Promozione della Ricetta originale degli Spaghetti Bolognesi– e il condimento è una variante della ricetta del Ragù alla bolognese”.

L’amministratore unico dello Zebre Rugby Club, il bolognese Andrea Dalledonne, racconta le ragioni che legano queste due eccellenze del territorio emiliano: le Zebre e gli Spaghetti Bolognesi. “In particolar modo a me, in quanto bolognese, fa doppiamente piacere unire due entità riconosciute a livello mondiale che portano interesse alla nostra magnifica regione. Proprio in occasione del derby rugbistico, le Zebre sostengono gli Spaghetti Bolognesi nel loro storico derby con le Tagliatelle alla Bolognese. I prodotti enogastronomici dell’Emilia-Romagna sono talmente buoni che diventano famosi anche quando pochi conoscono le loro radici storiche. Questo crescente attestato di riconoscimento qualitativo verso gli Spaghetti Bolognesi vorrei che potesse essere ottenuto anche dalla franchigia federale coi suoi risultati in campo; dato che purtroppo l’inizio della storia celtica della franchigia non è stato costellato da tanti successi”.

Appuntamento dunque a Parma sabato 27 Aprile per tre tempi imperdibili e di assoluto livello internazionale!

Nessun commento finora.

Leave a Reply

Puoi usare questi tags <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto i termini e le condizioni sulla privacy*.
Accetti la memorizzazione dei tuoi dati?

Top

Privacy Preference Center

STATISTICHE

_ga,_gid,_gat

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagisc ono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

GDPR

gdpr[allowed_cookies],gdpr[consent_types]

GDPR Utilizziamo questi cookie per abilitare o disabilitare la posssibilità di essere profilati dai cookie stessi, questi cookie fanno parte del plugin studiato appositamente per rispettare la normativa vigente GDPR dal 25/05/2018

MARKETING

NID,r/collect

Set di Cookie per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.