NEL GELO DI PARMA LE ZEBRE NON RIESCONO A PUNGERE: VITTORIA PER I CARDIFF BLUES 10-7

NEL GELO DI PARMA LE ZEBRE NON RIESCONO A PUNGERE: VITTORIA PER I CARDIFF BLUES 10-7

Parma (Italia) – 25 Febbraio 2018

Guinness PRO14 2017/18, Round 16

Zebre Rugby Club Vs Cardiff Blues  7-10 (p.t. 7-10)

Marcatori: 28‘ m Lane tr Evans (0-7); 37’ m Venditti (7-7); 40‘ cp Evans (7-10);

Zebre Rugby Club: Parata (21’ s.t. Azzolini), Di Giulio, Bisegni, Afamasaga, Venditti, Bordoli, Palazzani (cap) (36’ s.t. Raffaele); Minnie (23’ s-t. Sarto), Meyer, Tucker, Sisi, Krumov, Chistolini (14’ s.t. Tenga), Fabiani (14‘ s.t. Luus), Ah-Nau (22‘ s.t. Rimpelli) (Non entrato: Bernabò, Pratichetti) All. Bradley

Cardiff Blues: Williams R. (7’ st. Scully), Summerhill, Smith, Lee-Lo, Lane (22’ s.t. Shingler), Evans J., Williams L. (21’ st. Williams T.); Turnbull, Jenkins (cap), Robinson, Welch (29’ s.t. Down), Earle, Peikrishvili (12’ s.t. Andrews), Myhill, Gill (21’ s.t. Thyler) (Non entrato: Buckley, Lawrence) All.Wilson All. Wilson

Arbitro: Frank Murphy (Irish Rugby Fooball Union)

Assistenti: Eddie Hogan-O’Connell (Irish Rugby Fooball Union) e Clara Munarini (Federazione Italiana Rugby)

TMO: Alan Falzone (Federazione Italiana Rugby)

Calciatori: Palazzani (Zebre Rugby Club) 1/1, Evans (Cardiff Blues) 2/3

Man of the match: Robinson (Cardiff Blues)

Punti in classifica: Zebre Rugby Club 1, Cardiff Blues 4

Note: Cielo coperto e forte vento. Temperatura -1°. Terreno in discrete condizioni. Spettatori 2000. Esordio con le Zebre e nel Guinness PRO14 per il ventenne pilone reggiano del Rugby Calvisano Daniele Rimpelli.

Commento: Dopo la prestigiosa vittoria in Irlanda dello scorso weekend contro il Connacht, le Zebre sono tornate allo Stadio Lanfranchi di Parma dopo più di un mese dal successo contro i francesi dell’Agen di Gennaio. Avversari dei bianconeri – oggi capitanati per la prima volta dal mediano di mischia Palazzani alla sua 102esima presenza – sono i Cardiff Blues. Entrambe le squadre sono inserite nel girone A del Guinness PRO14 ed ancora in corsa per ottenere una qualificazione alla prossima EPCR Champions Cup. Anche la formazione di Cardiff è reduce dal prestigioso successo interno contro il Munster ed insegue i sudafricani Cheetahs al quarto posto. Diversi gli assenti per entrambe le formazioni,  con i molti nazionali in campo nel weekend nel Sei Nazioni che ha visto gli Azzurri perdere in Francia venerdì e i Dragoni sconfitti ieri di misura in Irlanda. Inizio pressante delle Zebre: prima bloccano l’attacco gallese, intercettandolo con Parata, e poi giocano 4 mischie ai 5 metri dopo 2 palloni tenuti alti in area di meta ed un fallo ma senza trovare punti. A metà del primo tempo il XV di coach Bradley si presenta ancora nei 22 ma senza sbloccare il tabellino. Nel momento migliore delle Zebre segnano i gallesi con un’azione veloce nata da un intercetto, finalizzata da Lane. Il TMO nega la seconda segnatura ai Blues al 35°: poco dopo Venditti intercetta l’attacco ospite e segna correndo 70 metri. Il pari dura poco; sul quarto fallo bianconero Evans centra i pali e manda i suoi negli spogliatoi sul 7-10. Ad inizio ripresa le Zebre prednono in mano le redini della sfida con un lungo multifase chiuso al piede: l’assist di Bordoli è controllato da Tucker portato fuori ai 5 metri. Attaccano le Zebre ma sono fermate dall’indisciplina con un paio di tenuti fischiati da Murphy; non ne approfittano gli ospiti che sbagliano un piazzato al 56°. I bianconeri spingono anche al 65° dopo un break di Bordoli ma sui 10 metri è ancora un fallo sul punto d’incontro a fermare lo sforzo offensivo. Da un tenuto propiziato dall’esordiente Rimpelli i bianconeri si riportano nei 22 gallesi al 71° ma non arrivano punti per le Zebre che faticano a capitalizzare un secondo tempo giocato quasi sempre nella metà campo gallese. Il secondo tempo si chiude così senza muovere il tabellino, decretando il successo dei Cardiff Blues che superano le Zebre per 10-7.

GLI HIGHLIGHTS DELLA SFIDA DELLO STADIO LANFRANCHI

Cronaca: E’ Bordoli, quest’oggi nel ruolo di apertura, ad aprire l’incontro con il drop d’inizio gara. Lloyd Wlliams libera i propri 22 al piede, ma le Zebre rimangono nella metà campo ospite. Dopo quattro fasi senza avanzamento Palazzani opta per la soluzione al piede concedendo l’ovale a Rhun Williams, portato fuori però dal placcaggio di Di Giulio. I bianconeri rubano il lancio in rimessa laterale, ma un tenuto a terra di Chistolini al 4’ regala il possesso ai Blues che risalgono 20 metri appoggiandosi in touche. Evans calcia nei 22 zebrati, Palazzani chiama il mark in ricezione aerea ma da disturbato perde il pallone in avanti. Mischia per i Gallesi che provano a costruire, Parata intuisce tutto e va all’intercetto, calciando l’ovale sul recupero dei difensori in maglia blu. Il pallone esce dall’area di meta e si riprende a giocare con un drop dai 22 ospiti. Le Zebre tornano padrone del possesso su un tenuto a terra degli avversari, riportandosi nei 10 metri avversari. Lancio in rimessa laterale e maul imbastita dai padroni di casa, tenuti alti però in area di meta. Mischia a 5 per gli avanti del XV del Nord Ovest, nuovamente tenuti alti nel prosieguo della loro azione. Questa volta la prima linea bianconera capitalizza una penalità ed è un altro giro in mischia chiusa: Minnie si stappa ma viene fermato ancora una volta in area di meta senza riuscire a schiacciare. Quarta mischia della gara, ma questa volta è una vittoria del Cardiff che forza un tenuto a terra e può rifiatare lontano dalla sua zona rossa. Brivido al 15’ su un calcio in profondità che impegna il recupero difensivo di Parata, placcato però illegalmente lungo l’out di sinistra. Le Zebre si salvano e tornano a macinare gioco, seppur in maniera letargica; i Blues infatti non faticano a rimpadronirsi dell’ovale, trovando una mischia a metà campo sull’in-avanti di Palazzani, il secondo della sua partita. Un secondo fallo in mischia chiusa al 21’ fa perdere 20 metri di terreno agli ospiti, ricacciati indietro dal piede di Bordoli. Al 23’ è nuovamente penalità per gli Italiani che si affacciano nuovamente nei 5 metri offensivi, ma i Blues riescono a disinnescare la maul delle Zebre. Al 27’ sono però sempre i bianconeri a premere sull’acceleratore, entrando nei 22 rivali per la loro terza volta, senza riuscire però a marcare. Gli sforzi del XV del Nord Ovest non vengono ripagati e la squadra di Bradley si vede addirittura punita dalla meta di Owen Lane, il quale termina il coast to coast offensivo in solitaria, eludendo il tentativo di placcaggio dell’estremo Parata. Evans trasforma e allunga sul 7 a 0 per i suoi colori. Al 33’ un fuorigioco di Tucker regala ai Gallesi una touche nei 22 offensivi, Evans prova ad inventare al piede per Summerhill che schiaccia in area di meta, ma il TMO annulla tutto ed è mischia a 5 per le Zebre. Al 36’ l’episodio che riapre la partita dei bianconeri, i quali vanno all’intercetto con Venditti, libero di schiacciare in meta dopo aver bruciato 80 metri di campo ed aver rotto il placcaggio di Rhun Williams. Palazzani completa il gioco da 7 punti, rettificando il punteggio sulla parità. Al 40’ Evans risponde a Palazzani nella loro sfida dalla piazzola, punendo il terzo fallo di Tucker con ulteriori 3 punti per la sua compagine. Primo tempo che si chiude sul 7 a 10 per la franchigia con base a Cardiff.

Calcio d’esordio della ripresa affidato al piede di Evans. Dopo un paio di cariche le Zebre liberano i propri 22 col piede di Palazzani, tornando padrone dell’ovale sull’in avanti di Smith. Biancoenri che risalgono 30 metri di campo con l’inserimento interno di Venditti dopo una bella giocata da mischia chiusa. Dopo 7’ minuti di monopolio del pallone Bordoli prova a calciare per la corsa di Tucker, sospinto fuori però lungo l’out di destra. Il XV del Nord Ovest rimane in zona punti, ma un fallo in rimessa laterale fa perdere loro trenta metri di campo. Al 49’ Bordoli tenta un grubber per Afamasaga, l’azione sfuma, ma i padroni di casa ritornano sul vantaggio, optando questa volta per il lancio in touche. L’ennesimo tenuto a terra nei 10 metri ospiti regala però nuovamente il possesso ai Gallesi, i quali risalgono il campo, vedendosi però forzare un turnover in mischia. Al 54’ primi cambi in prima linea per coach Bradley che manda dentro Tenga e Luus rispettivamente per Chistolini e Fabiani, ma nella ripresa dei giochi un tenuto a terra propiziato da Tornbull regala ad Evans la chance di muovere il tabellino. Il calcio del n° 10 in maglia blu è corto e Bordoli annulla in area di meta. Intorno al 58’ si accende la gara con continui ribaltamenti di fronte, l’ultimo dei quali porta i padroni di casa nella metà campo ospite dopo essere stati premiati da una penalità. Al 63’ un guizzo di Bordoli, spostato nella posizione di estremo dopo l’ingresso in campo di Azzolini per Parata, alza i decibel del Lanfranchi con l’ingresso nei 22 per i padroni di casa. I Gallesi rubano il pallone in ruck, ma vengono ricacciati in rimessa laterale e il XV del Nord Ovest può rimanere in zona punti, senza però riuscire a ferire i rivali a suon di pick and go. Quinto tenuto a terra a sfavore delle Zebre quando siamo al 69’, nuovamente sconfitte nella loro battaglia condotta dagli avanti. Entrati negli ultimi 10’, dopo aver speso mezz’ora della loro partita in costante monopolio territoriale, i bianconeri provano a costruire per la marcatura della riapertura dei giochi, ma la troppa indisciplina costa caro alla squadra di Bradley. Negli ultimi 2’ i Blues congelano il possesso dell’ovale, appoggiandosi in rimessa laterale a tempo scaduto e portando a casa l’incontro 10 a 7.

La prossima settimana nella 17° giornata di Guinness PRO14 le Zebre Rugby ospiteranno i Gallesi Ospreys allo Stadio Lanfranchi di Parma, mentre i Cardiff Blues torneranno a giocare sul prato amico dell’Arms Park contro il Benetton Rugby.

Nessun commento finora.

Leave a Reply

Puoi usare questi tags <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto i termini e le condizioni sulla privacy*.
Accetti la memorizzazione dei tuoi dati?

Top

Privacy Preference Center

STATISTICHE

_ga,_gid,_gat

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagisc ono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

GDPR

gdpr[allowed_cookies],gdpr[consent_types]

GDPR Utilizziamo questi cookie per abilitare o disabilitare la posssibilità di essere profilati dai cookie stessi, questi cookie fanno parte del plugin studiato appositamente per rispettare la normativa vigente GDPR dal 25/05/2018

MARKETING

NID,r/collect

Set di Cookie per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.