CHE NATALE SAREBBE SENZA IL DERBY CON IL BENETTON RUGBY? COACH ORLANDI: “DOBBIAMO CERCARE DI IMPORRE IL NOSTRO GIOCO, METTERLI IN CRISI NEI LORO PUNTI DEBOLI”

Parma, 18 dicembre 2019 – Il periodo natalizio ha i suoi rituali: lo scambio dei regali, le cene col parentado, i dolci tipici, e nel rugby le due sfide tra le Zebre e il Benetton Rugby: una consolidata consuetudine, interrotta soltanto una volta. «Il Natale senza derby è come il Natale senza neve», commenta laconico Carlo Orlandi, il coach degli avanti delle Zebre incontrato al Teatro Farnese poco prima che venisse scattata la foto di squadra. «E’ così, ci adeguiamo. Certo, non c’è mai il clima favorevole. Sappiamo che è un periodo importante».

La prima delle tre partite di Guinness PRO14 è in programma sabato al Lanfranchi con inizio alle 16: magari non l’orario ideale, ma la partita merita di essere vista, dal vivo. Per la storia, per l’ambiente, per sostenere le Zebre che si stanno riprendendo.

In tutto sono cinque le partite di questa stagione giocate tra le due formazioni italiane, comprendendo anche le due amichevoli disputate prima dell’inizio della stagione ufficiale. Si erano concluse con una vittoria per le Zebre e un pari che avevano fatto nascere un certo ottimismo, poi scontratosi con la cruda realtà. Ma adesso gli zebrati sono in crescita e stanno attraversando un buon momento. Peccato per la partita di Brive nella quale le Zebre hanno costruito tanto e disfatto altrettanto: «Quelle precampionato erano squadre completamente diverse da quelle odierne. Ci hanno dato una buona forza le due vittorie consecutive con Dragons e Brive, ma anche le prestazioni con Leinster prima e Stade Français poi. A Brive ha pesato il giallo, e speriamo di poter risolvere presto queste situazioni, e il fatto che non siamo riusciti a concretizzare almeno due chiare occasioni da meta: dieci punti in più per loro, potenziali quattordici in meno per noi». E contro un Treviso che ha una buona solidità difensiva «speriamo di migliorare l’attacco».

I precedenti sono 16 e vedono in netto vantaggio Treviso con 12 successi, equamente distribuiti tra le partite giocate a Parma e quelle giocate in Veneto. Orlandi ha visto da fuori tanti derby d’Italia di Guinness PRO14, prima di viverli dall’interno. «Da quando sono qui abbiamo perso parecchie partite perché le abbiamo buttate via. Contro i trevigiani le Zebre sentono molto la pressione, mentre invece è una partita come le altre, importante sì, ma da giocare come le altre. Dobbiamo cercare di imporre il nostro gioco, cercare di metterli in crisi nei loro punti deboli. A volte basta un episodio per decidere una partita: cercheremo di trovarlo a nostro favore».

Sperando che sabato le condizioni del terreno del Lanfranchi siano migliorate soprattutto per quanto riguarda il drenaggio.

Articolo pubblicato da Paolo Mulazzi sulla Gazzetta di Parma mercoledì 18 dicembre 2019

Nessun commento finora.

Leave a Reply

Puoi usare questi tags <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto i termini e le condizioni sulla privacy*.
Accetti la memorizzazione dei tuoi dati?
Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.

Top

Privacy Preference Center

STATISTICHE

_ga,_gid,_gat

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagisc ono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

GDPR

gdpr[allowed_cookies],gdpr[consent_types]

GDPR Utilizziamo questi cookie per abilitare o disabilitare la posssibilità di essere profilati dai cookie stessi, questi cookie fanno parte del plugin studiato appositamente per rispettare la normativa vigente GDPR dal 25/05/2018

MARKETING

NID,r/collect

Set di Cookie per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.