CARLO CANNA A LAVORO PER CONFERMARSI NEL XV AZZURRO

“È LA QUINTA PARTITA CHE GIOCO DA TITOLARE A PRIMO CENTRO: PER ME È UN ONORE FAR PARTE DEL XV INIZIALE, OGNI VOLTA CERCO DI MIGLIORARE IN QUESTO NUOVO RUOLO”

Parma, 30 ottobre 2020 – Sabato 31 ottobre Italia ed Inghilterra scenderanno in campo allo Stadio Olimpico di Roma per il 5° ed ultimo turno del Sei Nazioni 2020. Il calcio di inizio della sfida è in programma alle 17:45 su Dazn, canale 52 del digitale terrestre.

Per la quinta partita consecutiva, Carlo Canna partirà dal primo minuto nel ruolo di primo centro, lo stesso che fu di suo padre Gerardo che ha anch’egli rappresentato gli Azzurri, benché a livello giovanile.

Si tratta di una posizione inedita per il 28enne beneventano che dal 2015 ad oggi ha costantemente giocato apertura sia con le Zebre che con la Nazionale. A partire dalla gara del 1 febbraio 2020 con il Galles, il ct dell’Italrugby Franco Smith ha però deciso di affidare la maglia n° 12 al 43 volte Azzurro che per ora sembra ripagare la fiducia del tecnica sudafricano.

“L’inizio del primo tempo con l’Irlanda non è stato dei peggiori, abbiamo creato qualche occasione che non siamo riusciti però a sfruttare – dichiara Carlo Canna, 94 presenze e 600 punti segnati con la franchigia federale nel corso delle sue sei stagioni a Parma –. Abbiamo lavorato tanto in settimana, soprattutto dal punto di vista fisico, per aggiustare alcuni errori commessi e per arrivare preparati alla sfida con l’Inghilterra di sabato”.

“E’ la quinta partita che gioco titolare in questo ruolo e a questo livello – continua il trequarti campano –. Per me è un grande onore far parte del XV iniziale e ogni volta cerco di migliorare in questa posizione dove c’è tanto da imparare, essendoci davanti giocatori con molta più esperienza di me. Abbiamo lavorato molto in attacco per cercare di creare qualche situazione che potrebbe creare pericolo all’Inghilterra”.

“L’innesto dei giovani ha portato tantissima voglia di fare, sono tutti atleti che hanno fatto molto bene a livello giovanile e che l’anno scorso hanno ottenuto grandi risultati con l’U20 – conclude l’apertura beneventana –. Paolo Garbisi ha esordito da subito con una meta, ma anche Federico Mori e Gianmarco Lucchesi sono entrati molto bene in campo sabato scorso a Dublino. Ora sta a loro creare una grossa competizione all’interno del gruppo, noi che siamo qua da qualche anno in più cerchiamo di mettere a disposizione la nostra esperienza e creare un gruppo omogeneo che possa raggiungere delle vittorie. E’ questo l’obiettivo che ci prefiggiamo ad ogni partita”.

Di seguito il comunicato della Federazione Italiana Rugby con le dichiarazioni del ct Franco Smith e di capitan Luca Bigi:

Roma – Ultimo giorno di preparazione per la Nazionale Italiana Rugby verso la quinta ed ultima giornata del Guinness Sei Nazioni 2020 che vedrà gli Azzurri impegnati allo Stadio Olimpico di Roma domani alle 17.45 contro l’Inghilterra. La partita sarà trasmessa in diretta su DMAX, canale 52 del digitale terrestre.

“Siamo consapevoli che per noi questo è un nuovo inizio – ha dichiarato Franco Smith nella conferenza stampa alla vigilia del match – e gli obiettivi sono tanti. Innanzitutto quello di indentificare quali sono i giocatori che possano portare avanti la bandiera dell’Italia. Vogliamo creare un DNA specifico con un’alta etica del lavoro: piano piano bisogna costruire tutto, ci sono dei processi che vanno seguiti”.

“Abbiamo lavorato tanto in vista della partita di domani. Dobbiamo affrontare l’Inghilterra seguendo il nostro gioco. Vogliamo cercare di essere sempre più competitivi: questo è un fattore che passa anche da partite di questo livello”.

“L’età media della rosa a disposizione è di poco più di 24 anni. In più ci siamo trovati a lavorare a distanza per mesi con una pandemia in atto che ha limitato quelli che erano i programmi iniziali. Non sono scuse ma dati di fatto. Il livello internazionale richiede una grande intensità e noi stiamo lavorando per essere sempre più performanti” ha concluso il capo allenatore azzurro.

“La difesa dell’Irlanda nella scorsa partita ci ha messo sotto pressione. A mente lucida – ha esordito Luca Bigi, capitano dell’italrugby – abbiamo analizzato tutto ciò che non ha funzionato. Siamo consapevoli sia del risultato che della performance. Abbiamo costruito una buona settimana di lavoro in vista del prossimo match”.

“Il ruolo di capitano è una grande responsabilità, soprattutto in momenti come questi. Credo molto nel lavoro anche fuori dal campo: è importantissimo dare rilevanza anche a quello che viene fatto insieme ai giocatori e staff nell’area che non riguarda strettamente il rettangolo di gioco”.

“La resilienza è un concetto che vogliamo far nostro. Stiamo affrontando un processo di crescita che passa da allenamenti, partite, gestione dei momenti chiave, riunioni. Vogliamo provare a riscattare la prestazione della scorsa settimana” ha concluso Bigi.

Roma, Stadio Olimpico – sabato 31 ottobre

Guinness Sei Nazioni 2020, V giornata – diretta DMAX, canale 52 del digitale terrestre

Italia v Inghilterra

Italia: Minozzi; Padovani, Morisi, Canna, Bellini; Garbisi, Violi; Polledri, Steyn, Negri; Cannone, Lazzaroni; Zilocchi, Bigi (cap), Fischetti.

A disposizione: Lucchesi, Ferrari, Ceccarelli, Sisi, Meyer, Mbandà, Palazzani, Mori

All. Smith

Inghilterra: Furbank; Watson, Joseph, Slade, May; Farrell (cap), Youngs; Vunipola B., Underhill, Curry; Hill, Itoje; Sinckler, George, Vunipola M.

A disposizione: Dunn, Genge, Stuart, Ewels, Earl, Robson, Lawrence, Thorley

All. Jones

Arb. Pascal Gauzere (FFR)

Nessun commento finora.

Inserisci un commento

Puoi usare questi tags <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto i termini e le condizioni sulla privacy*.
Accetti la memorizzazione dei tuoi dati?
Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.

Top

Privacy Preference Center

STATISTICHE

_ga,_gid,_gat

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagisc ono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

GDPR

gdpr[allowed_cookies],gdpr[consent_types]

GDPR Utilizziamo questi cookie per abilitare o disabilitare la posssibilità di essere profilati dai cookie stessi, questi cookie fanno parte del plugin studiato appositamente per rispettare la normativa vigente GDPR dal 25/05/2018

MARKETING

NID,r/collect

Set di Cookie per fornire una serie di prodotti pubblicitari come offerte in tempo reale da inserzionisti terzi.